Aumenta la tossicità con trattamenti chemio/radiazioni combinate per il carcinoma nasofaringeo

Aprile 24, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Anche se la pratica standard di trattamento di pazienti con carcinoma rinofaringeo avanzate che utilizzano le radiazioni e la chemioterapia può ridurre i decessi per cancro rispetto ai pazienti trattati con sola radioterapia, non il cancro decessi e problemi di tossicità hanno dimostrato di aumentare, secondo un recente studio pubblicato online in The Journal of National Cancer Institute.

La combinazione di radioterapia e la chemioterapia è stata la sopravvivenza lunga trattamento standard per il carcinoma nasofaringeo, da quando lo studio Intergroup-0099 nei primi anni novanta ha mostrato un aumento di tre anni complessiva per i pazienti trattati con le terapie combinate. Ma ci sono stati pochi dati sui potenziali tossicità di questi trattamenti. Il Trial NPC-990 è il primo studio con i dati su tossicità e le cause di morte non oncologico.

Per confrontare il profilo di tossicità e la sopravvivenza globale dei pazienti trattati con radioterapia e chemioterapia rispetto a quelli trattati con la sola radioterapia, Anne WM Lee del rinofaringeo Cancer Group e colleghi Hong Kong Studio, confrontato due gruppi di trattamento randomizzati di pazienti con carcinoma nasofaringeo avanzato: nel primo gruppo di 172 pazienti sono stati trattati con sola radioterapia, rispetto a un secondo gruppo di 176 pazienti trattati sia con radiazioni e chemioterapia.




I pazienti provenienti da cinque ospedali di Hong Kong e Canada sono stati arruolati nello studio, che è durato dal marzo 1999, fino a febbraio 2004. I pazienti sono stati seguiti fino almeno ogni tre mesi nel corso dei primi tre anni, e poi ogni sei mesi fino alla morte.

I ricercatori hanno scoperto che i pazienti che assumono la radiazione e la chemioterapia combinata sperimentato una riduzione statisticamente significativa dei decessi a causa di progressione della malattia. Ma hanno anche sperimentato un aumento statisticamente significativo di decessi per tossicità correlata al trattamento e altre cause. Infatti, vi è stato un tasso di tossicità acuta del 83%, rispetto al 53% nel gruppo sola radioterapia.

Gli autori hanno anche segnalato un "aumento preoccupante" dei decessi non-cancro nel gruppo terapia combinata, tra cui infezioni, tumori secondari e suicidio. Questa scoperta "potrebbe ridurre l'entità effettiva di guadagno di sopravvivenza", che scrivono.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha