Aumento di peso può essere salutare quando si tratta di diabete di tipo 1

Marzo 21, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ottenere grasso corporeo può essere una buona cosa, almeno per le persone con diabete di tipo 1, dicono i ricercatori presso l'Università di Pittsburgh Graduate School of Public Health. Il loro studio, presentato alle Scientific Sessions 68 della American Diabetes Association a San Francisco, seguiti 655 pazienti con diabete di tipo 1 per 20 anni e hanno scoperto che i pazienti che hanno guadagnato peso nel corso del tempo sono stati meno probabilità di morire.

I risultati sono basati su partecipanti al Pittsburgh Epidemiologia delle complicanze del diabete Study, uno studio prospettico a lungo termine del diabete infantile di tipo insorgenza 1, che ha avuto inizio nel 1986. I partecipanti allo studio, un'età media di 28 quando si entra nello studio e 44 a il suo completamento, sono stati diagnosticati con diabete di tipo 1 tra il 1950 e il 1980. I ricercatori hanno misurato l'indice di massa corporea dei pazienti (BMI) e la circonferenza della vita e valutati BMI ogni due anni, durante il periodo di studio. Nel corso dello studio, 147 decessi si sono verificati.

I risultati hanno mostrato che i pazienti cui BMI aumentato di più durante lo studio (da 2 a 11 punti o 10 a £ 55) erano un terzo in meno di probabilità di morire rispetto a coloro che avevano gli aumenti più piccoli in BMI, che indica che l'aumento di peso può proteggere le persone con tipo 1 diabete di morte prematura.




"Anche se l'aumento di peso in età adulta è in genere associata ad un aumento della mortalità, questo non può essere il caso per quelli con diabete di tipo 1", ha dichiarato Trevor Orchard, MD, professore di epidemiologia presso l'Università di Pittsburgh Graduate School of Public Health. "Ottenere una quantità ragionevole di peso può essere un segno pazienti sono sempre abbastanza insulina e appropriato controllo della loro malattia, che può in parte spiegare perché coloro che hanno guadagnato peso nel corso del tempo hanno avuto tassi di mortalità più bassi", ha detto il dottor Orchard, che è anche professore di medicina e pediatria presso l'Università di Pittsburgh School of Medicine.

Dr. Orchard e colleghi hanno visto anche BMI varia e mortalità e trovato alcuna differenza nella mortalità tra quelli con un BMI compreso sovrappeso (BMI da 25 a 30) e il range di normalità (BMI da 20 a 25). Al contrario, hanno scoperto che avere un indice di massa corporea in sottopeso (BMI inferiore a 20) o gamma obesi (BMI 30 e maggiore) è stato un forte predittore di mortalità. Quando i ricercatori controllati per la circonferenza della vita, un motivo comunemente citato per la mortalità generale di grasso, i pazienti con un BMI nella gamma sottopeso erano a più alto rischio di morte, mentre quelli con un BMI nelle gamme sovrappeso o obesi avevano una riduzione del rischio di mortalità rispetto a pazienti con un BMI normale.

"Questi risultati non sono una raccomandazione ferma per le persone con diabete di tipo 1 a mettere su peso, ma fa aumentare la possibilità che le raccomandazioni di peso nel diabete di tipo 1 può essere un po 'diverse da quelle per la popolazione generale, e sottolinea il complesso rapporto tra corpo grasso e mortalità nel diabete ", ha aggiunto Baqiyyah Conway, MPH, autore principale del astratta.

Precedentemente conosciuto come diabete giovanile, il diabete di tipo 1 è di solito diagnosticata nei bambini e nei giovani adulti. Nel diabete di tipo 1, il pancreas produce poca o nessuna insulina per controllare adeguatamente i livelli di zucchero nel sangue. E 'tipicamente trattata con terapia sostitutiva di insulina. Come ben 3 milioni di americani hanno il diabete di tipo 1.

Oltre al dottor Orchard e la signora Conway, altri autori includono Rachel G. Miller, MS; Tina Costacou, Ph.D .; Linda Fried, M.D .; Robert Evans, Ph.D .; e Sheryl Kelsey, Ph.D., tutti dell'Università di Pittsburgh. Lo studio è stato finanziato dal National Institute of Diabetes e Digestiva e Malattie renali presso il National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha