Avanzato stadio cancro ovarico pazienti con BRCA vivere più a lungo, possono rispondere meglio al trattamento, studio mostra

Maggio 26, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Due abstract sottolineando l'importanza del test per BRCA1/2 mutazioni nelle donne con tumore ovarico sono stati presentati al Society di questa settimana di Ginecologica Oncologi 39 ° Meeting annuale sui tumori femminili, da ricercatori dell'Università del Texas MD Anderson Cancer Center.

Nel primo studio, un gruppo di ricerca multicentrico guidato da MD Anderson trovato pazienti con tumore ovarico stadio Avanzate con non-Ashkenazi ebrei BRCA (non-AJ BRCA) mutazioni esperienza più tassi di sopravvivenza libera da progressione e rispetto a quelle con cancro ovarico sporadici. I dati confermano precedenti ricerche che hanno riferito che tra i pazienti con tumore ovarico del patrimonio Ashkenazi ebrei, BRCA1/2 mutazioni BRCA (AJ) sono associati migliorato la sopravvivenza a lungo termine.

Per questo studio, i ricercatori hanno esaminato 85 pazienti con tumore ovarico in stadio avanzato con mutazioni BRCA-AJ non e 116 pazienti che non hanno espresso alcun tipo di BRCA mutazione. Rispetto ai pazienti senza mutazioni BRCA, vettori non-AJ BRCA avuto sopravvivenza libera da progressione di 19,0 vs. 27,8 mesi e migliorato la sopravvivenza globale di 65,6 vs 101,4 mesi. I pazienti non-AJ BRCA aveva un 2,15 volte maggiore probabilità di risposta completa alla prima risposta chemioterapia negli sporadici, i pazienti non-carrier.




Karen Lu, MD, professore associato presso il Dipartimento di Oncologia Ginecologica al MD Anderson e autore senior dello studio ha detto che la differenza nei tassi di sopravvivenza indicano che gli individui con mutazioni BRCA potrebbe rispondere meglio alla chemioterapia standard per il cancro ovarico. "Così, diventa sempre più prezioso per conoscere lo stato BRCA del paziente per guidare e personalizzare le decisioni di trattamento", ha detto Lu.

La maggior parte dei pazienti Ignaro BRCA Testing Disponibile

Un secondo studio condotto presso MD Anderson ha concluso che, pur essendo disponibile per più di 10 anni, la maggior parte delle donne con tumore ovarico sono stati consulenza genetica inconsapevoli e test per BRCA1/2 mutazioni era un'opzione. Dei 225 pazienti con tumore ovarico intervistati, il 56 per cento non aveva sentito parlare di test BRCA. Questa mancanza di consapevolezza è stato più profondo minoranze - 69 per cento di ispanici e il 88 per cento degli intervistati afroamericani non erano a conoscenza dei test BRCA rispetto al 52 per cento delle donne bianche.

"I pazienti di solito associano test genetici con beneficiano i membri della famiglia e dei figli", ha detto Lu. "Entrambi questi studi dimostrano che è altrettanto importante per il malato di cancro per ottenere informazioni da loro medici circa i test genetici, perché non solo ha implicazioni per la loro famiglia, ma il loro trattamento e la prognosi."

Ha detto che oltre il 85 per cento dei pazienti con tumore ovarico intervistati sarebbe disposto a sottoporsi a test BRCA se sarebbe influenzare la loro cura, ma il costo dei test può essere un ostacolo. "Attualmente, gli oncologi sono incoerenti nella loro test per le mutazioni BRCA. Sulla base delle implicazioni di trattamento dei nostri risultati e la consapevolezza sorprendentemente basso che tale prova non è disponibile, si consiglia di sviluppare metodi per valutare sistematicamente ogni malato di cancro ovarico per BRCA,", ha detto Lu.

Una storia familiare di mammella e/o di cancro ovarico è segnalata in circa il cinque per cento al 15 per cento dei casi di cancro ovarico, con BRCA1/2 mutazioni espresso in una percentuale significativa di questi casi.

Oltre a Lu, i ricercatori che contribuiscono al astratto su BRCA vantaggio di sopravvivenza sono autore principale Robin Lacour, MD, Molly Daniels, MS, Shannon Westin, MD, Larissa Meyer, MD, Charlotte Sun, Dr.PH, Diana Urbauer, MS, Pedro Ramirez, MD, Diane Bodurka, MD, David Gershenson, MD, tutti MD Anderson.

Altri includono Veena Choubey e Stephanie Blank, MD, New York University Medical Center; Heather MacDonald, MD e Lynda romano, MD, University of Southern California Medical Center; Jacob Estes, MD e Mack Barnes, MD, University of Alabama di Birmingham; Deanna Teoh, MD e Beth Ann Powell, MD, dell'Università della California a San Francisco Medical Center; Rebecca Brooks, MD, David Mutch, MD e Sherri Babb, MS, Washington University (St. Louis) Medical Center; Shana Wingo, MD e John Schorge, MD, L'Università del Texas Southwestern Medical Center a Dallas.

Sul test genetici astratto BRCA, con Lu altri autori sono: Lacour, Kristin Bianco, Molly Daniels, Shannon Westin, Larissa Meyer, Catherine Burke, WHNP, Kimberly Burns, WHNP, Shiney Kurian, WHNP, Nicki.Webb, WHNP, Terri Pustilnik , MD, Diana Urbauer, Charlotte Sun, Diane Bodurka, David Gershenson di MD Anderson.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha