Azione imprevisto di bisfenolo A sul orecchio interno di alcuni vertebrati

Aprile 8, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Pubblicato nella rivista BMC Developmental Biology, questi risultati mostrano, per la prima volta, la sensibilità dell'orecchio interno nei vertebrati a bisfenolo A. Lo studio dimostra che gli effetti di questo composto chimico sullo sviluppo embrionale di animali, inclusi i mammiferi, ora ha bisogno di essere esplorato in modo più approfondito.

Il bisfenolo A (BPA) è un composto chimico sintetico ampiamente usato nella fabbricazione industriale di contenitori in plastica di tipo policarbonato e altri oggetti di uso quotidiano come i CD, occhiali, alcune bottiglie di plastica e alcuni biberon. Si è anche impiegato in resine epossidiche utilizzati nei rivestimenti interni di stagno e bevande, lattine e negli amalgami dentali. Tuttavia, BPA può modificare l'equilibrio ormonale dei vertebrati interagendo direttamente con i recettori ormonali o con gli enzimi che garantiscono il metabolismo di questi ormoni: si tratta di un distruttore endocrino. Infatti, BPA è capace di legarsi ai recettori degli estrogeni, ormoni sessuali femminili, e mimando loro azione nel corpo. Per questo motivo, si è ora classificato come una "categoria 3 reprotoxin," in altre parole, come "sostanza che provoca effetti sulla fertilità umana" a causa di "possibile" (anche se non definitivamente dimostrato) "effetti tossici sulla riproduzione".




Le valutazioni dei rischi hanno portato alla definizione di una dose tollerabile giornaliera (TDI) di 50 mg di BPA per kg di peso corporeo al giorno, vale a dire 2,5 mg al giorno per una persona che pesa 50 kg. Fino ad ora, la maggior parte degli studi effettuati per caratterizzare e valutare gli effetti sul corpo umano sono concentrati sulla funzione riproduttiva e lo sviluppo del cervello.

I ricercatori si sono concentrati sugli effetti di questo composto sullo sviluppo embrionale esponendo zebrafish (Danio rerio) uova a concentrazioni crescenti di BPA (da 1 mg/L per 20 mg/L). I risultati sono stati sorprendenti, a dir poco: dopo l'esposizione al BPA, la maggior parte degli embrioni di zebrafish anomalie degli otoliti sviluppati, le piccole strutture dell'orecchio interno che controllano l'equilibrio e svolgono un ruolo in udienza. Aggregati Otolith formate nel 60% degli embrioni. Sono stati osservati anche altri, meno frequenti anomalie dell'orecchio interno. Sopra una concentrazione di 15 mg/L, tutti i zebrafish sviluppato anomalie. Tuttavia, questa dose corrisponde ad un'esposizione molto acuto, molto superiore al possibile gamma di livelli di esposizione nell'uomo.

Andando oltre, gli scienziati hanno ripetuto il loro esperimento su un altro vertebrato della famiglia anfibio, Xenopus. Ancora una volta, hanno osservato lo sviluppo di anomalie nell'orecchio interno, suggerendo che questo effetto potrebbe esistere in altri vertebrati. Il team ha così portato alla luce un effetto inaspettato e finora inosservata di BPA. Ovviamente, nessuna conclusione può essere raggiunto per gli esseri umani finché i meccanismi di azione non sono stati completamente chiariti e approfondita ricerca è stata effettuata sui mammiferi e sugli esseri umani in particolare.

Inoltre, i ricercatori hanno osservato che queste anomalie persistono anche quando i recettori degli estrogeni - gli obiettivi convenzionali di bisfenolo A - stati bloccati, implicando che BPA potrebbe collegare ad un altro recettore. Questo effetto di recente scoperta potrebbe quindi essere completamente indipendente da recettori per gli estrogeni.

Questo lavoro dimostra chiaramente che, a parte i suoi effetti tossici per la riproduzione, il bisfenolo A in abbastanza alte dosi ha anche un effetto sullo sviluppo embrionale. Essa mostra anche che questo composto ha più siti di destinazione di quanto si pensasse. Infine, apre nuove vie di ricerca per caratterizzare il modo in cui le funzioni bisfenolo A, e per valutare correttamente i suoi effetti.

Questo lavoro ha beneficiato in particolare il sostegno ANR e la Commissione europea.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha