Azione rapida Ebola vaccino protegge scimmie

Giugno 7, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un solo colpo di un azione rapida, vaccino sperimentale Ebola protegge con successo scimmie dal virus mortale dopo un solo mese. Se questo vaccino si rivela simile efficace negli esseri umani, un giorno potrebbe consentire agli scienziati di contenere rapidamente i focolai di Ebola con anello di vaccinazione - la stessa strategia usata con successo in passato contro il vaiolo, secondo uno studio pubblicato nel numero di questa settimana di Nature.

Questo risultato è il frutto della collaborazione tra scienziati del Dale and Betty Bumpers Vaccine Research Center (VRC), parte del National Institute of Allergy e Malattie infettive (NIAID), e gli scienziati del United States Army Medical Research Institute of Infectious Diseases ( USAMRIID) a Fort Detrick, MD.

"Questa ricerca ha enormi implicazioni per la salute pubblica, non solo perché potrebbe essere utilizzato per limitare la diffusione del virus Ebola, che continua ad emergere in Africa centrale, ma anche perché questa strategia vaccino può essere applicato ad altri virus altamente letali, come il Marburg e virus della febbre Lassa e la SARS coronavirus, che provocano epidemie acute e che richiedono una risposta rapida, "dice il direttore NIAID Anthony S. Fauci, MD




Sotto la direzione di Gary Nabel, MD, Ph.D., gli scienziati del VRC hanno perseguito il cosiddetto "prime-boost" strategia di vaccino contro una varietà di malattie infettive. Prime-boost è un processo in due parti: in primo luogo, una iniezione di materiale genetico non infettive dal microbo che causa la malattia innesca il sistema immunitario di rispondere. In secondo luogo, alcune settimane più tardi, una iniezione di virus attenuati carrier contenenti geni chiave dal microbi aumenta sostanzialmente la risposta immunitaria.

Gli scienziati VRC scoperto che la spinta solo produce una risposta immunitaria più rapida ma più debole rispetto alla strategia di prime-boost. Sapendo che il tempo è critico quando si combatte Ebola, gli scienziati hanno deciso di verificare se la risposta veloce della spinta è sufficiente di per sé forte per proteggere contro la malattia. Per eseguire questo test, hanno collaborato con colleghi di USAMRIID, che avevano le strutture e le competenze necessarie e che avevano sviluppato buoni modelli animali per l'esperimento.

Gli scienziati VRC immunizzati otto le scimmie con una singola iniezione spinta, costituito da virus attenuati carrier contenenti geni per importanti antigeni Ebola. Le scimmie sono stati poi consegnati a USAMRIID dove sono stati iniettati con un ceppo Ebola virus ottenuto da una persona infetta fatalmente dalla ex Zaire nel 1995. L'iniezione singola di vaccino completamente protetto tutti gli otto animali contro le infezioni Ebola, anche coloro che hanno ricevuto alte dosi di virus.

"Sono orgoglioso che il nostro team di ricerca presso USAMRIID è stato in grado di formare un partenariato efficace con i nostri colleghi di NIAID per sviluppare e valutare questo vaccino Ebola", commenta Peter B. Jahrling, Ph.D., ricercatore senior presso USAMRIID. "Dopo anni di sviluppo di vaccini candidati Ebola che proteggevano i roditori, ma non è riuscita nei primati, è gratificante avere un vaccino che contiene una grande promessa per la protezione degli esseri umani. Alla fine, questo vaccino può ridurre il rischio di lavorare con il virus Ebola in laboratorio, come oltre a fornire una protezione per le popolazioni a rischio di esposizione naturale ".

Virus Ebola si diffonde facilmente da persona a persona, provoca la malattia rapidamente e uccide un numero significativo di persone che infetta. Non esiste un trattamento per la malattia, in modo da prevenire la diffusione del virus è fondamentale per contenere i focolai. Se i risultati di questo studio sugli animali valgono per gli esseri umani, il nuovo vaccino può essere solo lo strumento Ebola-combattimento che i funzionari della sanità pubblica hanno bisogno durante epidemie, il dottor Nabel spiega.

"Vaccinazione ad anello può essere usato per fermare la diffusione del virus Ebola durante le epidemie gravi, come questa strategia è stata utilizzata per contenere il vaiolo nel passato", afferma Dr Nabel. Con la vaccinazione l'anello, tutti coloro che sono stati in contatto con un paziente, così come tutti i membri della famiglia del paziente, sono vaccinati. La strategia anello, che richiede un vaccino ad azione rapida, non solo protegge le persone che possono essere state esposte al virus, ma crea anche una barriera aggiunto di immunità che li circonda, proteggendo così l'intera comunità.

Anche se solo la spinta sembra essere efficace, la strategia di prime-boost, che richiede quattro colpi di oltre sei mesi, sarà comunque importante continuare così, dice il dottor Nabel. "La strategia di prime-boost provoca una risposta immunitaria più forte", spiega, "e può essere utile per i vaccini preventivi destinati per i lavoratori ospedalieri ad alto rischio di esposizione al virus, per esempio."

NIAID è un componente del National Institutes of Health (NIH), che è un'agenzia del Dipartimento di Salute e Servizi Umani. NIAID supporta la ricerca di base e per prevenire, diagnosticare e trattare le malattie infettive e immunomediate, compreso l'HIV/AIDS e altre malattie sessualmente trasmissibili, la malattia da parte di potenziali agenti di bioterrorismo, la tubercolosi, la malaria, malattie autoimmuni, asma e allergie applicata.

Riferimento: N Sullivan et al. Vaccino accelerato per il virus Ebola febbre emorragica in primati non-umani. Nature 424 (6949): 681-84 (2003).

Comunicati stampa, schede tecniche e altre NIAID materiali sono disponibili sul sito Web all'indirizzo NIAID http://www.niaid.nih.gov.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha