Barriere al Diabetes Care includono ristoranti e stili di vita ad alto rischio

Giugno 17, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Mangiare fuori, la mancanza di sostegno sociale e ad alto rischio gli stili di vita sono solo alcune delle barriere che impediscono i pazienti con diabete di tipo 2 da controllare la loro condizione, secondo una revisione di ricerca che ha riguardato 8.900 pazienti e 4.550 operatori sanitari provenienti da 28 paesi.

Lo studio dimostra che i fattori psicosociali, socio-economici, fisici, ambientali e culturali in grado di fornire maggiori ostacoli alla cura efficace.

Ricercatori provenienti da Hong Kong e Irlanda del Nord hanno studiato ricerca condotta tra il 1986 e il 2007 per cercare di identificare come regimi di trattamento potrebbe essere migliorata. Le loro scoperte hanno permesso loro di venire con un piano in tre punti per gli infermieri coinvolti nella cura del diabete.




"Il diabete è una condizione cronica e pazienti hanno bisogno di modificare il loro stile di vita su una base a lungo termine per farvi fronte", dice Sandra Pun della School of Nursing presso The Hong Kong Polytechnic University.

"Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, fino a 380 milioni di persone nel mondo soffre di diabete entro il 2025 ed è quindi importante identificare e affrontare eventuali barriere che impediscono alle persone di fare quei cambiamenti."

I principali ostacoli individuati dalla revisione inclusi:

  • Financial. Anche se l'assistenza sanitaria fosse gratuito o finanziato da assicurazione, i pazienti avevano ancora a spendere più soldi per il cibo sano, kit di monitoraggio domestico del glucosio e il trasporto da e per gli appuntamenti di assistenza sanitaria.
  • Sostegno sociale. I pazienti che hanno ricevuto il sostegno di familiari, amici e le cliniche del diabete sembravano gestire la cura di sé meglio di quelli che non hanno
  • Lacune fornitore paziente. Cura è stato più efficace quando i pazienti e gli operatori sanitari hanno lavorato insieme per elaborare piani di trattamento che i pazienti possano rispettare.
  • Pasti fuori. Mangiare fuori in ristoranti era un problema spesso citato e offerto cibo inadeguato quando visitano altri è stato anche un problema.
  • Cibo preferito. Gli operatori sanitari non sempre apprezzano il fatto che i pazienti piaceva essere negato loro cibi preferiti e sarebbe affrontare meglio se sono state incorporate nel mangiare piani.
  • Esercizio. Atteggiamenti nei confronti esercizio, limitazioni fisiche e disagio hanno impedito alla gente di fare esercizio fisico regolare. Questi devono essere presi in considerazione al momento di elaborare programmi di esercizio.
  • Stili di vita ad alto rischio. Disturbi comportamentali e psichiatrici e le barriere culturali e linguistiche, tra pazienti e familiari, possono ostacolare trattamento efficace.
  • Farmaco. Alcuni pazienti dimenticato di prendere le loro medicine e altri esaurito. Altri erano anche riluttanti a effettuare prove di glucosio normali.
  • Benessere psicologico. I problemi psicologici sono comuni tra le persone con diabete, ma i fornitori non hanno sempre le risorse per gestire questo aspetto della cura dei loro pazienti.
  • Comprensione. I pazienti spesso non hanno le conoscenze circa la loro condizione e non capiscono sempre l'importanza di programmi di dieta e di assistenza.
  • Frustrazione. Essere in grado di mantenere un buon controllo del glucosio può causare impotenza e frustrazione, così come la progressione della malattia.

"La nostra revisione ha trovato che ci sono vari ostacoli al raggiungimento ottimale la cura di sé nel diabete di tipo 2", conclude il co-autore il professor Vivien Coates, presso l'Istituto di Ricerca Infermieristica presso l'Università di Ulster, UK. "Alcuni derivano da limitazioni all'interno del team sanitario, alcuni da una comunicazione inefficace tra fornitori e pazienti e alcuni da mancanza di potere, la motivazione e il coinvolgimento nel loro trattamento del paziente.

"Meglio sistemi di erogazione di assistenza sanitaria e le riforme che migliorino l'accessibilità, l'accessibilità e l'efficienza delle cure sono anche essenziali per aiutare i fornitori e ai pazienti di soddisfare gli standard desiderabili di cura del diabete."

A seguito dello studio, i ricercatori stanno consigliando che gli infermieri ad adottare un piano in tre punti per superare le barriere dei pazienti alla cura di sé:

1. Gli infermieri dovrebbero fornire ai pazienti informazioni sufficienti sulla loro condizione e il suo trattamento per consentire loro di prendere decisioni informate circa la loro cura.

2. I pazienti devono essere motivati ​​ad agire per assicurare che gestiscono il loro diabete e prevenire le complicanze.

3. Gli infermieri devono affrontare la cura del diabete in modo olistico che tenga conto di una vasta gamma di fattori fisici, psicosociali, culturali, finanziari e ambientali.

"Nurse necessità di affrontare una serie di questioni chiave come quello che è importante per il paziente in termini di cambiamenti di stile di vita e lo status quo e quello che i pazienti si aspettano da parte del team di assistenza sanitaria", spiega il professor Coates.

"Capire le barriere che impediscono efficace la cura di sé dal punto di vista sia dei pazienti e il fornitore di assistenza sanitaria è una parte vitale di questo processo."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha