Basso rischio di attacco di cuore? Potrebbe un'ecografia tenere la risposta?

Agosto 10, 2015 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Aggiungendo i risultati di una tecnica di imaging per i tradizionali fattori di rischio per la malattia coronarica, i medici del Baylor College of Medicine di Houston hanno scoperto che erano in grado di migliorare la previsione di attacchi di cuore nelle persone precedentemente considerati a basso rischio.

I risultati sono stati presentati 11 novembre alle sessioni scientifiche della American Heart Association a New Orleans.

I ricercatori hanno usato ecografia per vedere lo spessore dei media carotideo intima (C-IMT), o lo spessore delle pareti delle arterie.




"L'ecografia ha aggiunto un'altra dimensione al punteggio fattore di rischio e ci ha mostrato che quelli con grosse arterie del fine più alto del gruppo a basso rischio in realtà sono a rischio intermedio per la malattia coronarica", ha detto il dottor Vijay Nambi, assistente professore di medicina - aterosclerosi e la medicina vascolare a BCM e autore principale dello studio.

Previsione del rischio è tradizionalmente diviso in tre gruppi: a basso rischio, medio e alto. Basso rischio è definito come avere la possibilità in meno di 10 per cento di avere malattia coronarica nei prossimi 10 anni. Intermedio è una probabilità del 10 per cento al 20 per cento di un evento coronarico, e ad alto rischio è nulla superiore al 20 per cento. Questa percentuale è calcolata dai medici con un punteggio in base a fattori di rischio tradizionali, che comprendono l'età, il sesso, il colesterolo HDL (colesterolo buono), colesterolo totale, ipertensione e il fumo.

Nambi ei suoi colleghi hanno seguito più di 13.000 persone già partecipando Atherosclerosis Risk in studio Comunità, uno studio su larga scala disegnato per investigare l'eziologia e la storia naturale di aterosclerosi. I partecipanti allo studio sono stati seguiti per quasi 14 anni. Dopo aver aggiunto imaging per i fattori di rischio tradizionali, quelli della fascia alta del gruppo a basso rischio (stimato rischio del 5 per cento al 10 per cento a 10 anni) sono stati trovati ad avere una maggiore probabilità di avere un attacco di cuore, soprattutto se l'imaging li rivelò hanno una spessa C-IMT. Nambi detto che circa il 4 per cento di coloro che sono caduti nella zero per cento al 5 per cento il rischio stimato ha avuto un attacco di cuore, mentre oltre il 13 per cento di quelli del 5 per cento al 10 per cento soffriva di eventi cardiaci coronarici. Inoltre, ha sottolineato che nel 5 per cento al 10 per cento del gruppo di rischio, quelli con le arterie più spesse avevano circa un rischio del 17 per cento per gli eventi coronariche quando seguiti per 14 anni.

"C'è una grande differenza tra il 4 per cento e il 13 per cento", ha detto Nambi. "Questi risultati ci mostrano che abbiamo bisogno di dare uno sguardo più da vicino alcuni di questi individui nella categoria a basso rischio e anche rivedere la definizione di" basso rischio ".

"Il nostro obiettivo è quello di colpire quelli più bisogno", ha detto il dottor Christie Ballantyne, capo di aterosclerosi e di medicina vascolare e professore di medicina presso BCM. "Essere in grado di individuare quelle più probabilità di avere un attacco di cuore ci permetterà di adottare misure preventive precoce, più efficace per fermare un attacco di cuore prima che accada."

Ballantyne, un co-autore di questo studio, è anche il direttore del Centro per la prevenzione delle malattie cardiovascolari al Methodist DeBakey Heart & Vascular Center.

Altri che hanno preso parte allo studio sono Drs. Lloyd Chambless, University of North Carolina a Chapel Hill; Aaron R. Folsom, University of Minnesota School of Public Health; Yijuan Hu, University of North Carolina; Tom Mosley, University of Mississippi Medical Center; e Kelly Volcik e Eric Boerwinkle, entrambi della University of Texas Health Sciences Center a Houston.

Lo studio ARIC è finanziato dal National Heart, Lung e Blood Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha