'BAT' mobile Tentativi Di velocità di risposta di tempo per pazienti colpiti da ictus

Giugno 13, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

ORLANDO, 5 febbraio - Usando attrezzature ad alta tecnologia delle telecomunicazioni, i ricercatori sperano di ridurre il tempo necessario per determinare se una persona ha un ictus può essere somministrato con sicurezza il trattamento trombolitico risparmio potenzialmente vita.

La ricerca su questo approccio di telecomunicazioni per la valutazione della corsa è stato presentato oggi al 23 ° Conferenza internazionale congiunta della American Heart Association su Stroke e circolazione cerebrale.




Marian LaMonte, MD, MSN, un neurologo che dirige il team di attacco cerebrale (BAT) presso l'Università del Maryland Medical Center, afferma che il progetto, noto come Tele-BAT, utilizza una combinazione di video, telefono cellulare e la tecnologia informatica. L'obiettivo è quello di ridurre la quantità di tempo trascorso in pronto soccorso valutare una persona che ha un ictus.

"Ogni minuto conta, ora che abbiamo un trombolitico farmaco (attivatore tissutale del plasminogeno o TPA). TPA deve essere data entro tre ore dall'inizio di un colpo", dice LaMonte. "Si richiede in genere circa 15 minuti per eseguire la valutazione una volta che i pazienti entrano in ospedale. Con questa tecnologia, siamo in grado di ottenere informazioni preziose mentre il paziente è in ambulanza in rotta verso l'ospedale.

"Le informazioni fornite tramite Tele-BAT consente al pronto soccorso di essere pronto a inviare i pazienti appropriati per una TAC, non appena arrivano."

Le informazioni raccolte tramite questo sistema contribuirà a determinare se il paziente ha infatti avuto un ictus e quando i sintomi potrebbe aver iniziato. TPA può essere somministrata con sicurezza entro tre ore l'inizio della corsa. Prima TPA può essere somministrato, i medici devono stabilire tramite una TAC se l'ictus è stato causato da un coagulo (ischemico) o sanguinamento nel cervello (emorragia). Solo ictus ischemici possono essere trattati con TPA.

Anche se il processo di Tele-BAT è relativamente nuovo - finora solo quattro pazienti sono stati monitorati con il sistema - LaMonte crede che il futuro promette per questo sistema, che è il primo nella nazione di utilizzare questa tecnologia per i pazienti colpiti da ictus.

La premessa di base della tecnologia è che mentre era seduto nel suo ufficio o in qualsiasi luogo con una connessione internet, LaMonte può vedere come il paziente viene esaminato da paramedici in ambulanza in rotta verso l'ospedale. Si può valutare il paziente e dare indicazioni per i paramedici come trattano il paziente con ictus.

"Con questo sistema, posso vedere tutto quello che succede con il paziente nella parte posteriore dell'ambulanza," afferma LaMonte. "Io parlo con i paramedici mentre esaminano il paziente, e passare attraverso le institues nazionali di salute Stroke Scale insieme per determinare le condizioni del paziente."

Il NIH Stroke Scale è uno strumento per determinare la gravità di ictus ed è un prezioso strumento per la diagnosi pre-ospedaliera. Oltre a vedere il paziente, LaMonte riceve informazioni sui segni vitali attraverso il computer durante il trasporto.

"Siamo nella fase iniziale del progetto, che è quello di valutare la tecnologia come strumento", dice LaMonte. "Abbiamo lavorato per perfezionare il sistema. Il prossimo passo sarà quello di testare in una sperimentazione clinica."

Il Team cervello attacco è in vigore per un poco più di un anno e mezzo e valutata la sua prima paziente con questo sistema nel maggio 1997. Durante il primo run, le immagini sono imbattuto schermo del computer ogni 30 secondi. Nuove immagini ora imbattono ogni 10-15 secondi.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha