Batteri caffeina-'addicted ': scoperta potrebbe portare a nuovi metodi di decontaminazione, nuovi farmaci

Maggio 28, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Jeffrey E. Barrick e colleghi di notare che i composti caffeina e chimici relativi sono diventati importanti inquinanti dell'acqua grazie all'ampio uso di caffè, bevande gassate, tè, bevande energetiche, cioccolato e alcuni farmaci. Questi includono farmaci da prescrizione per l'asma e altre malattie polmonari. Gli scienziati sapevano che un batterio del suolo naturale, Pseudomonas putida CBB5, può realmente vivere esclusivamente sulla caffeina e potrebbe essere utilizzato per ripulire tale contaminazione ambientale. Così si prefiggono di trasferire marcia genetica per metabolizzare, o abbattere, caffeina da P. putida in quel vecchio cavallo di battaglia delle biotecnologie, E. coli, che è facile da gestire e crescere.

Lo studio riporta loro successo in tal modo, così come l'uso della E. coli per decaffeinizzazione e misurando il contenuto di caffeina delle bevande. Esso descrive lo sviluppo di un pacchetto sintetica di geni per abbattere caffeina e composti correlati che possono essere spostati facilmente ad altri microbi. Quando ingegnerizzato in alcuni E. coli, il risultato è stato batteri letteralmente dipendente da caffeina. Il pacchetto genetico potrebbe avere applicazioni al di là di bonifica ambientale, dicono gli scienziati, citando l'uso potenziale come un sensore per misurare i livelli di caffeina nelle bevande, in recupero di sottoprodotti ricchi di nutrienti di lavorazione del caffè e per la bioproduzione costo-efficacia dei farmaci.




L'autore e co-autori per il sostegno finanziario presso l'Università del Texas a Austin e la University of Iowa.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha