Batteri radioattivi obiettivi carcinoma pancreatico metastatico

Aprile 11, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori del Albert Einstein College of Medicine della Yeshiva University hanno sviluppato una terapia per il cancro al pancreas che utilizza batteri Listeria per infettare selettivamente le cellule tumorali e fornire radioisotopi in loro. Il trattamento sperimentale è diminuito drasticamente il numero di metastasi (cancri che si sono diffuse ad altre parti del corpo) in un modello murino di cancro al pancreas molto aggressivo senza danneggiare i tessuti sani. Lo studio è stato pubblicato oggi nell'edizione online del Proceedings of National Academy of Sciences.

"Siamo incoraggiati dal fatto che siamo stati in grado di raggiungere una riduzione del 90 per cento in metastasi nel nostro primo giro di esperimenti", ha detto il co-autore anziano Claudia Gravekamp, ​​Ph.D., professore associato di microbiologia e immunologia alla Einstein che studi nuovi approcci per il trattamento del cancro metastatico. "Con ulteriori miglioramenti, il nostro approccio ha il potenziale per iniziare una nuova era nel trattamento del carcinoma pancreatico metastatico."

Il tumore al pancreas è tra il più mortale dei tumori, con un tasso di sopravvivenza a cinque anni di solo il 4 per cento. Il National Cancer Institute prevede che quest'anno, 45.220 nuovi casi di cancro al pancreas saranno diagnosticati e 38.460 persone moriranno a causa della malattia. Il tumore al pancreas confinato al pancreas può essere trattata con la chirurgia. Ma il cancro del pancreas precoce è difficile da individuare, in quanto raramente causa segni evidenti o sintomi. La maggior parte dei casi di cancro del pancreas sono diagnosticati solo dopo che il tumore si è diffuso (metastasi), in genere con conseguente ittero, dolore, perdita di peso e affaticamento. Ma non esiste una cura per il cancro pancreatico metastatico, e il trattamento si concentra principalmente sul miglioramento della qualità della vita.




Diversi anni fa, gli scienziati hanno osservato che una forma attenuata (indebolita) di Listeria monocytogenes può infettare le cellule tumorali, ma non le cellule normali. In uno studio del 2009, il dottor Gravekamp scoperto il motivo: Il microambiente tumorale sopprime la risposta immunitaria del corpo, permettendo Listeria di sopravvivere all'interno dei tumori. Per contro, i batteri indeboliti vengono rapidamente eliminati in tessuti normali. (Listeria nella sua forma selvatica provoca malattie di origine alimentare, in particolare nelle persone immunocompromessi.)

In seguito gli scienziati hanno dimostrato che la Listeria potrebbe essere sfruttata per portare un farmaco anti-cancro a cellule tumorali in colture di laboratorio, ma questo concetto non è mai stato testato in un modello animale. Questi risultati hanno spinto il dottor Gravekamp per studiare le interazioni Listeria-tumorali e come Listeria potrebbero essere utilizzati per attaccare le cellule tumorali.

L'idea di associare radioisotopi (comunemente usato nella terapia del cancro) per Listeria è stata suggerita da Ekaterina Dadachova, Ph.D., professore di radiologia e di microbiologia e immunologia alla Einstein e co-autore senior della carta. Dr. Dadachova, che è anche il Sylvia e Robert S. Olnick Facoltà Scholar in Cancer Research, è un pioniere nello sviluppo di radioimmunotherapies - trattamenti brevettati in cui radioisotopi sono attaccati agli anticorpi per colpire selettivamente le cellule tra cui le cellule tumorali, microbi o cellule infettate con HIV. Quando gli anticorpi si legano agli antigeni che sono unici per le cellule in fase di mira, i radioisotopi emettono radiazione che uccide selettivamente le cellule.

Lavorando insieme, Drs. Gravekamp e Dadachova accoppiati un isotopo radioattivo chiamato renio ai batteri Listeria indeboliti. "Abbiamo scelto renio perché emette particelle beta, che sono molto efficaci nel trattamento del cancro", ha detto il dottor Dadachova. "Inoltre, renio ha una emivita di 17 ore, quindi viene eliminato dal corpo in tempi relativamente brevi, riducendo al minimo i danni ai tessuti sani."

I topi con carcinoma pancreatico metastatico sono stati dati iniezioni intra-addominali della Listeria radioattivo una volta al giorno per sette giorni, seguito da un periodo di sette giorni "di riposo" e quattro iniezioni quotidiane aggiuntive di batteri radioattive. Dopo 21 giorni, gli scienziati hanno contato il numero di metastasi nei topi. Il trattamento aveva ridotto le metastasi del 90 per cento rispetto ai controlli non trattati. Inoltre, la Listeria radioattivo aveva concentrato in metastasi e, in misura minore, in tumori primari, ma non in tessuti sani, e topi trattati non sembrano subire alcun effetto negativo.

Il trattamento può avere il potenziale per la compensazione una percentuale ancora maggiore di metastasi. "Ci siamo fermati l'esperimento a 21 giorni, perché in quel momento che i topi di controllo cominciano a morire", ha detto il dottor Dadachova. "Il nostro prossimo passo è quello di valutare se il trattamento riguarda la sopravvivenza degli animali."

"A questo punto, possiamo dire che abbiamo una terapia che è molto efficace per ridurre le metastasi nei topi", ha osservato il dottor Gravekamp. "Il nostro obiettivo è quello di cancellare il 100 per cento delle metastasi, perché ogni cellula tumorale che rimane dietro può potenzialmente formare nuovi tumori." I ricercatori si aspettano che il trattamento potrebbe essere migliorata messa a punto del programma di trattamento, con dosi più elevate di radiazioni, oppure piggybacking agenti supplementari antitumorali sui batteri. Einstein ha depositato una domanda di brevetto relativa a questa ricerca che è attualmente disponibile su licenza per i partner interessati a sviluppare e commercializzare questa tecnologia.

Questo lavoro è stato sostenuto da sovvenzioni dal National Cancer Institute e il National Institute on Aging (AG023096-01 e CA129470-01), entrambe le parti del National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha