Batterio trovato per uccidere malaria nelle zanzare

Marzo 20, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"Abbiamo già dimostrato che i batteri dell'intestino medio della zanzara possono attivare il suo sistema immunitario e, quindi, indirettamente limitare lo sviluppo del parassita della malaria. In questo studio abbiamo dimostrato che alcuni batteri possono bloccare direttamente lo sviluppo del parassita della malaria attraverso la produzione di radicali liberi che sono dannoso per Plasmodium nell'intestino della zanzara ", ha detto George Dimopoulos, PhD, autore senior dello studio e professore associato presso Thew. Harry Feinstone Dipartimento di Microbiologia e Immunologia Molecolare, e la Johns Hopkins Malaria Research Institute.

"Siamo particolarmente entusiasti di questa scoperta perché può spiegare perché le zanzare della stessa specie e ceppo a volte differiscono nella loro resistenza al parassita, e si può anche usare questa conoscenza per sviluppare nuovi metodi per fermare la diffusione della malaria. Una strategia biocontrollo può, per esempio, si basano sulla esposizione zanzare nel campo per questo batterio naturale, con conseguente resistenza parassita della malaria. "




Come gli esseri umani, le zanzare hanno una varietà di batteri nei loro sistemi digestivi. Per lo studio, i ricercatori hanno isolato il batterio Enterobacter dal midgut di zanzare Anopheles raccolti vicino alla Johns Hopkins Malaria Research Institute a Macha, che si trova nel sud dello Zambia. Circa il 25 per cento delle zanzare raccolti conteneva il ceppo di batteri specifici. Gli studi di laboratorio hanno dimostrato il batterio ha inibito la crescita di Plasmodium fino al 99 per cento, sia nell'intestino zanzare e in una cultura provetta del parassita della malaria umana. Dosi più elevate di batteri hanno avuto un maggiore impatto sulla crescita Plasmodium.

In tutto il mondo, la malaria colpisce più di 225 milioni di persone. Ogni anno, la malattia uccide circa 800.000, molti dei quali sono bambini vivono in Africa.

La ricerca è stata sostenuta dal National Institutes of Health/National Institute of Allergy e Malattie Infettive, e la Johns Hopkins Malaria Research Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha