Benefici di aspirina per il trattamento dell'osteoporosi Scoperti

Giugno 23, 2016 Admin Salute 0 108
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della University of Southern California, School of Dentistry hanno scoperto i benefici per la salute di aspirina nella lotta contro l'osteoporosi. Quarantaquattro milioni di americani, il 68 per cento dei quali sono donne, soffrono gli effetti debilitanti di osteoporosi secondo il National Institute of Health. Uno su due donne e uno su quattro uomini oltre 50 avrà una frattura dovuta all'osteoporosi nella loro vita.

Questo ultimo studio individua il ruolo medicinale dell'aspirina su due fronti. Nei topi, il farmaco sembra impedire sia il riassorbimento osseo improprio e la morte delle cellule staminali ossee.

Un regime di aspirina sembra aiutare i topi recuperare da osteoporosi in due modi utili, un equilibrio tra la formazione dell'osso ed il riassorbimento, secondo Professore Associato Songtao Shi e Research Associate Takayoshi Yamaza del USC School del Centro di Odontoiatria per biologia cranio Molecolare (CCMB).




La malattia silenziosa colpisce sia uomini che donne. Nelle donne, la perdita ossea è maggiore durante i primi anni dopo la menopausa. L'osteoporosi si verifica quando il riassorbimento osseo (la perdita di tessuto osseo) avviene troppo velocemente o quando la formazione (sostituzione) avviene lentamente.

Secondo Shi, la rimozione delle ovaie e la conseguente diminuzione degli estrogeni induce osteoporosi nei topi, proprio come l'insorgenza della malattia nelle donne in post-menopausa. Si ritiene comunemente che i linfociti T, un tipo di cellule del sistema immunitario, hanno un ruolo fondamentale in questo processo da oltre-attivando osteoclasti, le cellule ossee che riassorbono materiale osseo dallo scheletro. La maggior parte delle terapie per l'osteoporosi attuali mirano a frenare osteoclasti iperattiva.

Tuttavia, sembra che ci sia un altro lato i linfociti T ', o le cellule T ", ruolo di osteoporosi, dice Yamaza. Mentre le cellule immunitarie normalmente attaccano le cellule di malattia e altri soggetti esteri, le cellule T possono attaccare le cellule staminali erroneamente sane.

"Dopo infondendo i topi con cellule T, le cellule T compromessa la funzione delle cellule staminali mesenchimali del midollo osseo, così come i numeri degli osteoclasti causati ad aumentare," dice.

Le cellule staminali mesenchimali del midollo osseo, o BMMSC, si differenziano per diventare molte cellule diverse, tra cui osteoblasti, le cellule responsabili della formazione ossea. Se questo elaborato è compromessa dalle cellule T, la formazione di osso non può tenere il passo con il riassorbimento osseo causata da osteoclasti, e la densità minerale ossea diminuisce - il segno distintivo di osteoporosi che porta a scheletrica deterioramento strutturale e fratture.

Un regime di aspirina è stata associata in precedenti studi epidemiologici migliore densità minerale ossea, ma i meccanismi delle sue interazioni in materia di salute delle ossa non era ancora stato ampiamente studiato, Shi ha detto.

"Abbiamo dimostrato come l'aspirina sia inibisce il riassorbimento osseo e favorisce la formazione degli osteoblasti," spiega Shi.

Un altro aspetto interessante del aspirina è che la dose somministrata ai topi per aumentare la densità minerale ossea è la stessa di quella di un tipico regime aspirina umano quando rettificato per differenze di peso corporeo, aggiunge. Mentre la differenza specie è ancora un fattore, i risultati sono promettenti.

"Quando abbiamo dato una grande quantità di aspirina al mouse per iniezione, non ha funzionato," Shi dice, "ma quando abbiamo dato una dose bassa in acqua dei topi per un lungo periodo di tempo, simile ad un dosaggio umana, la densità minerale ossea è aumentata. "

Shi e Yamaza sperano che il loro lavoro si tradurrà in nuove strategie cliniche per l'osteoporosi.

"Abbiamo aperto una porta", dice Shi. "Ci auguriamo che altri scienziati possono confermare quello che abbiamo trovato e spostare il trattamento in avanti."

L'uso di aspirina offre speranza ai pazienti e medici alla ricerca di una potenziale alternativa per bisfosfonati attualmente utilizzati come mezzo di prevenzione e trattamento per l'osteoporosi. Questo ultimo studio apre la possibilità che l'aspirina, un giorno non sarà prescritto solo per scongiurare le malattie cardiache, ma anche l'osteoporosi.

Le collaborazioni nazionali ed internazionali per questo studio compresi scienziati; DRS. Wanjun Chen, Yanming Bi, Yongzhong Liu, Voymesh Patel, Silvio Gutkind, Marian Young di NIDCR/NIH, Dr. Yasuo Miura dal Giappone, il dottor Stan Gronthos dall'Australia, Dr. Cun-Yu Wang da UCLA, e Drs. Kentaro Akiyama, An Le e Wataru Sonoyama da USC, che presentano prove che l'aspirina combatte una duplice battaglia in quanto riguarda l'osteoporosi.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha