Biomarcatore per l'anoressia?

Maggio 11, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I disturbi alimentari sono spesso visti come malattie psicologiche o sociali, ma non hanno una causa biologica di fondo? Un nuovo studio mostra che i livelli di una proteina del cervello differiscono tra donne sane e anoressiche.

L'anoressia è una grave e talvolta fatale disordine alimentare più comunemente colpisce le donne. Gli scienziati non hanno ancora capito le cause fisiche di anoressia, anche se alcuni studi suggeriscono un collegamento a bassi livelli di una proteina del cervello chiamata BDNF. Ora, uno studio raccomandato da Cynthia Bulik, un membro della Facoltà di Medicina e 1000 dei maggiori esperti nel campo della psichiatria e disturbi alimentari, dimostra che i livelli di BDNF sono più alti nelle donne che hanno recuperato da anoressia. Ciò suggerisce che bassi livelli di BDNF possono essere reversibili.

I ricercatori della Chiba University in Giappone hanno trovato che le donne anoressiche avevano bassi livelli di BDNF nel sangue di donne sane e coloro che avevano recuperato da anoressia. Le donne con un basso BDNF anche avuto l'immagine di sé più basso, hanno sofferto di ansia e depressione, ed eseguito male su alcuni test di abilità cognitive.




Ulteriori studi sono necessari per determinare quale ruolo BDNF svolge in anoressia, e se può essere usato per predire il rischio di sviluppare, ma Bulik prevede che "... BDNF può emergere come biomarker utile di [anoressia] e di recupero da [anoressia]. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha