Biomarcatore per prevedere osteoartrite

Aprile 25, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una malattia cronica degenerativa articolare, osteoartrite (OA) è una causa comune di dolore e disabilità tra gli americani più anziani. OA del ginocchio colpisce fino al 6 per cento della popolazione anziana, mentre l'OA dell'anca colpisce circa un altro 3 per cento. Mentre i trattamenti variano, c'è la speranza che l'intervento precoce - prima della distruzione articolare può essere chiaramente visto e misurato su una radiografia delle immagini migliorerà i risultati.

La necessità di modi migliori per valutare l'attività di OA dal suo esordio ha portato i ricercatori a indagare possibili biomarcatori, in particolare quelle relative alla cartilagine e turnover osseo. Un biomarker è sostanza presente nel sangue o congiunto fluido cui livelli può essere utilizzato per valutare la presenza o l'attività di una malattia. Tra probabili candidati per un biomarker per OA è l'acido ialuronico, noto anche come acido ialuronico o semplicemente HA. HA è un componente del tessuto connettivo che è ampiamente distribuito in tutto il corpo e gioca un ruolo importante nella funzione articolare. Un recente studio, pubblicato nel numero di gennaio 2005 del Arthritis & Rheumatism (http://www.interscience.wiley.com/journal/arthritis), sostiene fortemente il rapporto tra aumento della produzione di HA e aumento del rischio di OA, in particolare del ginocchia e fianchi, tra etnicamente diversi uomini e donne.

Guidati da Drs. Alan L. Elliott e Joanne M. Jordan del Centro di Ricerca Thurston Artrite, University of North Carolina a Chapel Hill, e il dottor Virginia B. Kraus del Duke University Medical Center, lo studio ha richiamato i suoi soggetti da una grande, popolazione locale dei partecipanti nel osteoartrite progetto Johnston County. Il gruppo di studio composto da 753 soggetti, tra cui 120 uomini afro-americani, 245 donne afro-americane, 199 uomini caucasici, e 189 donne caucasiche. L'età media dei partecipanti era solo timido di 62 anni e l'indice di massa corporea media era sul lato pesante, poco più di 30. Dei soggetti totali, 455 avevano lieve a grave gonartrosi, confermato da radiografie. 152 dei soggetti con OA ginocchio ha avuto anche OA dell'anca. In 52 di questi individui con OA, la malattia era progredita a entrambe le ginocchia e entrambe le anche.




Il team di ricerca ha ottenuto un campione di sangue da ogni partecipante e analizzato ciascuno per la sua concentrazione di HA. Su tutta la linea, caucasici avevano sierici superiori livelli di HA di afro-americani e gli uomini avevano livelli sierici di HA elevati rispetto alle donne. Le differenze più interessanti nei livelli di HA, tuttavia, sono stati tra i 298 soggetti senza evidenza radiografica di OA e 455 partecipanti OA - soprattutto quelli con due o più articolazioni colpite. Come la presenza e la quantità di coinvolgimento OA aumentato, così ha fatto i livelli di HA. In media, la concentrazione di HA è stata più alta nei pazienti con grave gonartrosi rispetto a quelli nelle fasi moderate della malattia, più alta nei pazienti con due ginocchia malati rispetto a quelli con un solo ginocchio malata, e maggiore nei pazienti con OA dell'anca in aggiunta al ginocchio OA rispetto a quelli con OA ginocchio da solo. Quando aggiustato per etnia, sesso, età, indice di massa corporea e, le associazioni tra i livelli di HA elevate e tutte le definizioni di stato OA rimaste statisticamente significativo.

Significativamente, i ricercatori hanno trovato correlazioni indipendenti tra elevati livelli di HA e di altre condizioni avverse di salute riportate dai soggetti, tra cui l'ipertensione, il diabete, malattie polmonari croniche, fegato persistente, rene, vescica, e problemi alla prostata, e cancro. Solo una condizione ha mostrato un rapporto costante indipendente con elevata HA dopo aggiustamento statistico: gotta, che, come OA, è caratterizzata da infiammazione e il danno articolare.

"I risultati di questo studio suggeriscono che le misurazioni HA siero sono utili per valutare il carico complessivo OA", osserva il dottor Elliott. "La mancanza di associazioni indipendenti dei livelli sierici di HA con più comorbidità comunemente associati con OA supporta ulteriormente la sua promessa nello studio di OA."

###

Articolo: "i livelli sierici di acido ialuronico e radiografico del ginocchio e dell'anca osteoartrite in afro-americani e caucasici in osteoartrite progetto Johnston County," Alan L. Elliott, Virginia B. Kraus, Gheorghe Luta, Thomas Stabler, Jordan B. Renner, Janice Woodard, Anca D. Dragomir, Charles G. Helmick, Marc C. Hochberg, e Joanne M. Jordan, Arthritis & Rheumatism, gennaio 2005; 52: 1; pp. 105-111.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha