Biopsie mammarie ago preoperatorie possono portare a migliori risultati di trattamento

Maggio 14, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le donne sospettate di avere il cancro al seno hanno ora più motivi per essere diagnosticati con una biopsia, invece di una biopsia tradizionale aperto chirurgica. Oltre ad evitare i rischi e disagi di una procedura chirurgica aperta, biopsie ago può anche portare a migliori risultati di trattamento secondo i risultati di un nuovo studio pubblicato nel numero di ottobre del Journal of American College of Surgeons.

Il cancro al seno è il numero uno forma di cancro diagnosticati in donne negli Stati Uniti, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. [1] Nel 2012, più di 226.000 donne saranno diagnosticati, secondo le stime del National Cancer Institute. [2] I risultati di una biopsia aperta o ago biopsia può confermare se una lesione sospetta al seno è in realtà maligno. Durante una biopsia aperta, si esegue un'operazione per rimuovere il relativo tessuto mammario e poi viene esaminato in laboratorio per determinare la presenza di cellule maligne. Questa procedura aperta in genere comporta un viaggio in sala operatoria, una incisione chirurgica completa, e una qualche forma di anestesia. Tuttavia, una procedura ago biopsia percutanea, permette ai medici di individuare la lesione del seno senza effettivamente aprire il seno. Invece, usano tecniche di imaging ed estrarre un campione del relativo tessuto attraverso un ago. Questo approccio minimamente invasivo può essere eseguita utilizzando un anestetico locale e si svolge nella regolazione dell'ufficio o suite radiologia. C'è meno disagio e tempo di recupero più rapido rispetto a biopsie chirurgiche aperte.

Nonostante la natura meno invasiva di biopsia, "alcuni medici stanno ancora facendo biopsia aperta, forse a causa delle risorse limitate o mancanza di consapevolezza. Biopsie richiedono strumenti speciali, tecniche e competenze che non possono essere disponibili in tutti i siti di trattamento", ha spiegato Ted A. James, MD, FACS, professore associato di chirurgia presso l'Università del Vermont College of Medicine e autore principale dello studio. Il vantaggio dell'approccio biopsia è che le donne possono evitare una operazione se i risultati sono benigni, e possono ottenere il beneficio di un'adeguata pianificazione preoperatoria se viene rilevato il cancro. "Ci sono certamente alcuni motivi legittimi per fare una biopsia aperta, come ad esempio quando la lesione è in una posizione difficile per l'ago per raggiungere. Ma l'approccio aperto dovrebbe essere utilizzato solo per circa il 10 per cento dei casi, il dottor James stima." Una biopsia è un modo più efficiente, meno invasivo per ottenere la stessa diagnosi, "ha detto.




Dr. James e colleghi hanno esaminato se migliori risultati ai pazienti potrebbero essere aggiunti alla lista di vantaggi ago biopsia. Hanno analizzato i dati su 1.135 pazienti che erano stati diagnosticati con cancro al seno e trattati negli ospedali in Vermont tra 1998 e 2006. I dati del paziente è venuto dal Breast Cancer Vermont Surveillance System (VBCSS), il Registro Tumori Vermont (VCR), e il Centro per il Medicare e Medicaid Services (CMS) i dati di iscrizione e sinistri.

Nessuno dei pazienti aveva una precedente storia di cancro al seno, e il 62,8 per cento sono stati diagnosticati dopo biopsie ago. I dati dei pazienti inclusi le dimensioni del tumore, stadio, e lo stato del recettore dell'estrogeno. I chirurghi hanno visto anche il livello di istruzione e se i pazienti erano residenti rurali o urbani, nel caso ci fossero correlazioni tra lo status socio-economico e la procedura di biopsia.

L'analisi dei dati ha rivelato che l'ago biopsia è diventato più comune nel corso del tempo. Tra il 1998 e il 2000 circa 48,7 per cento dei pazienti sottoposti biopsie ago. Tale cifra è balzata al 73,6 per cento tra il 2004 e il 2006. I risultati hanno mostrato che i pazienti che hanno avuto una biopsia aperta avevano più probabilità di avere margini positivi rispetto a quelli che avevano una biopsia. Questo risultato indica che dopo chirurghi rimossi lesione seno, cellule cancerose erano ancora presenti lungo i bordi del provino - in 37,4 percento dei pazienti chirurgiche aperte - richiedono un'altra operazione. Questo scenario è stato vero solo per il 20,1 per cento dei pazienti con diagnosi di agobiopsia.

Poiché l'obiettivo primario di biopsia aperta è quello di diagnosticare il cancro al seno, piuttosto che trattarlo, i pazienti con biopsia aperta avevano meno probabilità di avere adeguate quantità di tumore asportato. Essi sono stati anche meno probabilità di avere i loro linfonodi valutati. Pertanto, l'approccio biopsia aperta anche portato a più ri-escissioni - ulteriori operazioni per rimuovere il tessuto più maligno, nonché operazioni aggiuntive per valutare linfonodi quando indicato. Una singola operazione era necessario 76,4 per cento del tempo per i pazienti ago di biopsia, ma solo il 44 per cento del tempo per i pazienti biopsia aperta.

L'età e lo stato di istruzione ha avuto alcuna incidenza sul quale è stato eseguito il tipo di biopsia, ma i ricercatori hanno fatto scoprire differenze residenziali. Pazienti urbani avevano una maggiore probabilità di avere una biopsia rispetto ai pazienti rurali - 70,6 per cento rispetto al 57,5 ​​per cento, rispetto-mente. "Ancora una volta, che scoperta potrebbe avere molto a che fare con le risorse a alcuni ospedali più piccoli", ha detto il dottor James. La sua squadra notato che questo divario era effettivamente molto più stretto alla fine del periodo di studio. "Questo è un segnale molto incoraggiante che le cose si stanno muovendo nella giusta direzione, ma c'è ancora molto spazio per migliorare."

Dr. James ha detto che i risultati hanno implicazioni per la politica sanitaria nazionale, che ha spostato verso declino rimborso se i pazienti sono riammessi 30 giorni per la stessa condizione: "E 'davvero di qualità, e cercando di trovare il modo per fornire i risultati migliori per la nostra pazienti. E 'anche solo una questione di tempo prima che Medicare e Medicaid iniziare a guardare perché i pazienti in ospedale A stanno tornando per più reexcisions rispetto ai pazienti dell'ospedale B. "

Lo studio è anche un invito all'azione per le donne a essere più proattivi nella pesatura loro opzioni di assistenza sanitaria. "I pazienti devono essere partner attivi nella loro cura," ha aggiunto. "Vorrei raccomandare una donna con lesioni mammarie sospette - che è stato detto che doveva avere una biopsia aperta - '? Perché non una biopsia' a chiedere, Se una biopsia è appropriato, ma semplicemente non disponibili, potrebbe semplicemente significare stata sottoposta ad un ospedale vicino o un collega. Ma comincia con sapendo che c'è una scelta migliore ", ha concluso.

[1] http://apps.nccd.cdc.gov/uscs/toptencancers.aspx

[2] http // www.cancer.gov/cancertopics/tipi/seno

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha