Breakthrough diagnostico per Burkitt Lymphoma Segnalato

Aprile 9, 2016 Admin Salute 0 12
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno studio di ricerca internazionale che coinvolge l'Università del Nebraska Medical Center, il National Cancer Institute e 10 altre istituzioni ha identificato con successo la firma genica per linfoma di Burkitt. La scoperta, che è riportato nel numero di giugno 8 del New England of Medicine, consentirà ai medici di diagnosticare meglio e curare il linfoma di Burkitt e meglio distinguerla da un'altra forma più comune di linfoma maligno.

Linfoma di Burkitt è un raro linfoma a cellule B aggressivo che rappresenta il 30 al 50 per cento dei linfomi nei bambini, ma solo da 1 a 2 per cento dei linfomi negli adulti. Burkitt linfoma è rapidamente fatale se non trattata, ma è curabile con la terapia intensiva.

Linfoma di Burkitt presenta un elevato grado di proliferazione delle cellule maligne e deregolamentazione del gene c-myc, che è caratteristica di linfoma di Burkitt. La distinzione tra linfoma di Burkitt e diffuso a grandi cellule B linfoma (DLBCL), la forma più comune di linfoma non-Hodgkin di negli adulti, è fondamentale, perché la gestione di queste due malattie è diverso. Circa 300 nuovi casi di linfoma di Burkitt, tipicamente nei bambini, sono diagnosticati negli Stati Uniti ogni anno.




Considerando che un regime chemioterapico relativamente basso dosaggio è in genere utilizzato per il trattamento di DLBCL, questo regime è inadeguata per linfoma di Burkitt, che richiede chemioterapia intensiva. Inoltre, a causa dell'elevato rischio di coinvolgimento del sistema nervoso centrale con linfoma di Burkitt, è essenziale che la chemioterapia intratecale o sistemica che attraversa la barriera ematoencefalica essere somministrato. Questo tipo di chemioterapia è inutile nella maggior parte dei casi di DLBCL.

L'articolo del New England Journal of Medicine ha caratterizzato i risultati di due studi sulla diagnosi molecolare del linfoma di Burkitt che coinvolge diverse istituzioni europee e nordamericane. Uno dei gruppi di ricerca è stato condotto da Ala (John) Chan, MD, l'Amelia e Austin Vickery Professore di Patologia e co-direttore del Centro per il linfoma e leucemia ricerca presso UNMC, e Louis Staudt, MD, Ph.D., capo della biologia molecolare delle neoplasie linfoidi sezione presso il National Cancer Institute. La ricerca è stata sostenuta tramite di un Amministratore svariati milioni di dollari Sfida sovvenzione di Dr. Chan dal National Cancer Institute.

"Il nostro gruppo ha studiato i profili di espressione genica di 71 precedenti, non trattati pazienti HIV-negativi con sporadici linfoma di Burkitt o linfoma di Burkitt-simile", ha detto Kai Fu, MD, Ph.D., professore assistente, patologia e microbiologia, a UNMC e la secondo autore dello studio. "Abbiamo identificato con successo una firma genica per linfoma di Burkitt, che distingue chiaramente linfoma di Burkitt da DLBCL."

La firma genica per il linfoma di Burkitt, il gruppo era facilmente in grado di distinguere linfoma di Burkitt dal DLBCL dalla elevata espressione del c-myc gene bersaglio così come un sottoinsieme di altri geni bersaglio.

La sopravvivenza globale è stata nettamente superiore per i pazienti con una diagnosi molecolare di linfoma di Burkitt, in quanto sono stati dati un regime intensivo di chemioterapia, invece di un regime di dosaggio più basso. In particolare, otto casi dato una diagnosi patologica di DLBCL sono stati riclassificati da espressione genica come linfoma di Burkitt. Questi casi hanno avuto tutte le caratteristiche di espressione genica di linfoma di Burkitt, suggerendo che rappresentano casi di linfoma di Burkitt, che sono difficili da diagnosticare con metodi attuali.

I risultati dello studio suggeriscono che sarebbe l'espressione genica è un accurato metodo quantitativo per distinguere Burkitt linfoma DLBCL da, Dr. Fu ha detto. "Questo studio ci fornisce un altro esempio dell'utilità del profilo di espressione genica per definire le entità biologiche con importanti implicazioni per la ricerca e la pratica clinica", ha detto.

In aggiunta a Dott. Chan e Fu, altri partecipanti UNMC inclusi: Tim Greiner, MD, e Dennis Weisenburger, MD, entrambi professori del dipartimento di patologia e microbiologia; Bhavana Dave, Ph.D., professore associato, citogenetica, Munroe-Meyer Institute; Warren Sanger, Ph.D., professore e direttore della disciplina, citogenetica; Munroe-Meyer Institute; Julie Vose, MD, professore e capo di oncologia-ematologia; James Armitage, MD, professore, oncologia-ematologia; e Martin Bast, coordinatore dati sanitari, oncologia-ematologia.

UNMC è l'unico centro di scienza della salute pubblica dello Stato. I suoi programmi educativi sono responsabili per la formazione di altri operatori sanitari che esercitano in Nebraska di qualsiasi altra istituzione. Attraverso il suo impegno per l'educazione, la ricerca, la cura del paziente e di sensibilizzazione, UNMC si è affermata come uno dei principali centri del paese nel cancro, il trapianto di biologia, bioterrorismo preparazione, le malattie neurodegenerative, le malattie cardiovascolari, la genetica, la tecnologia biomedica, oculistica e l'artrite. Finanziamenti per la ricerca di UNMC da fonti esterne è ormai più di 72 milioni dollari l'anno e ha portato alla creazione di quasi 2.400 posti di lavoro altamente qualificati nello stato.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha