Brillante luce sui danni da esposizione al sole tutti i giorni: Better filtri solari necessari

Aprile 27, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La ricerca mette in luce la necessità di filtri solari migliori per la protezione contro questi raggi dannosi, e impedire il processo che può causare la pelle a sembrare vecchio, rugoso e cedimenti prematuramente.

In un nuovo documento pubblicato online in JAMA Dermatology, i ricercatori mostrano che danno inizio dopo appena due esposizioni giornaliere a una bassa quantità di raggi ultravioletti A1, o UVA1, luce - che costituisce la maggior parte della luce UV siamo esposti per tutta la giornata, e lettino abbronzante luce troppo. Pochissimi degli ingredienti nei prodotti solari proteggono efficacemente contro UVA1. Il processo dannoso continuato ad andare dopo ulteriori esposizioni giornaliere.




Mostrando che l'esposizione ripetuta al tipo di luce UVA1 che di solito esperienza in una giornata di sole fa sì che questi processi dannosi della pelle, i ricercatori sperano che porterà allo sviluppo di nuovi ingredienti protettivi in ​​filtri solari, e più cautela circa l'esposizione al sole di routine per tutto il giorno.

Lo studio è stato fatto da un team del Dipartimento di messaggistica unificata di Fotobiologia di Dermatologia e l'invecchiamento della pelle del programma di ricerca, e finanziato dal National Institutes of Health.

I ricercatori sono stati in grado di misurare gli effetti della UVA1 a livello molecolare utilizzando avanzate analisi di espressione genica di campioni di pelle di volontari.

I ricercatori hanno brillato un basso livello di raggi UVA1 puri, eventualmente riscontrata nella vita quotidiana, su piccole aree di natiche 22 volontari. Il giorno dopo, hanno misurato i cambiamenti nella pigmentazione della pelle. Poi, hanno preso minuscoli campioni di pelle, al fine di rilevare quali geni erano stati 'acceso' dalla esposizione alla luce. Hanno ripetuto questo processo altre tre volte per ogni partecipante.

Dopo appena due esposizioni, raggi UVA1 causato le cellule della pelle a fare le molecole che abbattere la proteina chiamata collagene, che rende pelle soda, liscia, e giovanile in apparenza. Il UVA1 anche causato la pelle a scurire un po 'con ogni esposizione, ma questo tan non protegge ulteriormente la produzione della molecola-collagene distruggendo, chiamato metalloproteinasi della matrice 1 o MMP1, quando la pelle è esposta a più dosi di UVA1.

"Invecchiamento prematuro della pelle dall'esposizione ai raggi UV ha ottenuto un sacco di attenzione negli ultimi 10 anni, ma la maggior parte dei ricercatori si sono concentrati sui raggi UVB, che provocano scottature," dice il primo autore Frank Wang, MD "Ma c'è ben poco UVB luce del sole, e la maggior parte di esposizione UVB è a mezzogiorno. Durante il resto della giornata è per lo più UVA, con UVA1 essere la maggioranza. UVA1 è anche il componente principale della luce cabina abbronzante. Così, abbiamo voluto guardare se si può predisporre la pelle di invecchiamento precoce simulando esposizione quotidiana ripetitivo. E abbiamo scoperto che può. Inoltre, la concia mite che si verifica non sembra proteggere contro i danni da esposizioni supplementari. "

Lo studio esposto i volontari pelle chiara in modo di ripetizione per la quantità di UVA1 avrebbero ricevuto in circa due ore di forte esposizione al sole. L'analisi statistica ha mostrato il modello di produzione MMP1 aumentato progressivamente con l'esposizione ripetuta nella maggior parte dei pazienti.

Un dermatologo e assistente professore di medicina di dermatologia, Wang fa notare che spesso si osserva gli effetti collagene dannosi di esposizione al sole o cabina abbronzante ripetitivo - con le persone tra i 20 ei 30 anni provenienti da altre condizioni, ma con evidenti segni di invecchiamento precoce a la loro pelle.

I ricercatori, guidati da UM anziano autore e regista Gary Fisher laboratorio, Ph.D., l'Harry Helfman Professore di Dermatologia Molecolare e Professore di Dermatologia, hanno già mostrato cambiamenti simili nelle cellule della pelle di altri tipi di luce UV - tra UVB.

Tuttavia, in contrasto con quanto i ricercatori hanno visto con i loro esperimenti UVB, le esposizioni UVA1 ripetute non hanno sopprimere i geni che rendono le molecole che diventano collagene.

La linea di fondo, si dice, è che le nuove scoperte suggeriscono la necessità di nuovi ingredienti per la protezione solare in grado di proteggere dai raggi UVA1. Attualmente, solo l'ossido di zinco e avobenzone sono approvati dalla Food and Drug Administration come ingredienti protezione solare in grado di bloccare UVA1. Finestra di vetro, e la maggior parte dei vestiti, anche non necessariamente filtrare tutti UVA1.

Poiché la luce UVA1 dal sole raggiunge la superficie della terra ogni volta che è luce fuori, la nuova ricerca suggerisce che la protezione solare con componenti UVA1 blocco potrebbe essere utile per tutto il giorno, non solo durante le ore di massima scottature di tarda mattinata per primo pomeriggio, quando UVB è più intensa.

Anche se questo studio non ha valutato l'impatto di UVA1 sui cambiamenti genetici che possono portare a tumori della pelle, le altre forme di UV sono saldamente legati alla maggior parte dei tipi di lesioni cutanee cancerose.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha