Burden Of BPCO è maggiore di pensiero e che questi aumenteranno POPOLAZIONE MONDIALE Ages

Marzo 30, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I livelli più alti e stadi più avanzati della malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) si verificano in tutto il mondo di quanto si pensasse. Questo onere aumenterà la popolazione mondiale continua a invecchiare, concludono gli autori di un articolo su The Lancet.

Dr Sonia Buist, Oregon Health & Science University, Oregon, USA e colleghi hanno fatto uno studio su 9.425 persone di età compresa tra 40 anni e oltre da 12 diversi paesi del mondo (lo studio BOLD). Essi hanno scoperto che la prevalenza di stadio II o superiore BPCO, come confermato dai test di spirometria, era 10,1% nel complesso, suddiviso in 11,8% per gli uomini e 8,5% per le donne. Una recente meta-analisi attenta di studi di prevalenza della BPCO ha riferito l'incidenza della fase II BPCO essere 4,3%. Gli autori dicono: "Le nostre stime di prevalenza e la stadiazione della BPCO sono costantemente superiori a queste cifre, che accordo con affermazioni che la BPCO è stata generalmente sottovalutata in passato."

Gli autori aggiungono che il crescente onere BPCO è in parte dovuto all'invecchiamento della popolazione (con il rischio sfiora il raddoppio per ogni 10 anni di età superiore ai 40), e in parte a causa di continuo uso del tabacco, che è il fattore di rischio più importante. La variazione in prevalenza della BPCO tra uomini e donne è dovuto principalmente alle differenze di abitudine al fumo. C'erano ampie variazioni della BPCO nei 12 siti in tutto il mondo, con Città del Capo, Sud Africa registrazione la più alta prevalenza di fase combinato II e III (uomini 22,2%, donne 16,7%), e di Hannover, in Germania registra la più bassa prevalenza (uomini 8,6% , donne 3,7%). Gli autori suggeriscono gli alti tassi in Sud Africa potrebbe essere dovuto a livelli molto elevati segnalati di tubercolosi precedente e ulteriori esposizioni professionali.




Gli autori concludono: "Anche se la cessazione del fumo sta diventando un obiettivo sempre più urgente per una popolazione di tutto il mondo che invecchia, una migliore comprensione di altri fattori che contribuiscono alla BPCO è fondamentale per aiutare i funzionari della sanità pubblica locali nello sviluppo di migliori possibili politiche di prevenzione primaria e secondaria per loro regioni ".

In un commento di accompagnamento, il dottor Emiel Wouters, Dipartimento di Medicina Respiratoria, Ospedale Universitario di Maastricht, Paesi Bassi, dice: "Con i dati quantitativi già disponibili, è già chiaro che la BPCO è una delle malattie in tutto il mondo Il riconoscimento di questo fatto ci obbliga a fare sforzi. ad aumentare la consapevolezza del pubblico e gli sforzi verso l'adozione di un approccio integrato volto a ridurre o stabilizzare il carico presente e futuro della malattia generata da BPCO. "

In una recensione correlato, il dott Buist e il dottor David Mannino, Università del Kentucky College of Public Health, Lexington, Kentucky, Stati Uniti d'America un'occhiata a fattori di rischio, la prevalenza e le tendenze future della BPCO. Dicono: "In tutto il mondo, il fumo di tabacco rimane la più importante causa di BPCO." L'OMS stima che nei paesi ad alto reddito, il 73% della mortalità BPCO è legato al fumo, con il 40% legate al fumo nei paesi di basso e medio reddito. Essi aggiungono: "Inoltre, il fumo durante la gravidanza può influire negativamente sulla crescita del polmone fetale e causare lo sviluppo della malattia polmonare."

L'invecchiamento è un fattore di rischio per la BPCO, con funzione polmonare iniziando a scendere dal suo picco nei giovani adulti a livelli più bassi nella vita futura. Gli autori

dicono: "Guardando al futuro, non si può ignorare l'evoluzione demografica della popolazione mondiale e la realtà che la BPCO è una malattia di invecchiamento." Tale è l'effetto dell'invecchiamento della popolazione mondiale su prevalenza della BPCO, che gli autori dicono: ". Inoltre, se ogni fumatore al mondo dovesse smettere di fumare oggi, i tassi di BPCO probabilmente continueranno ad aumentare per i prossimi 20 anni" Gli effetti della polvere sul lavoro, vapori e fumi, infezioni, e l'asma sono anche studiati nel Review.

Gli autori concludono: "La sfida noi tutti di fronte nei prossimi anni sarà l'attuazione di strategie di prevenzione e gestione efficaci per arginare la marea di questa malattia e il suo costo."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha