Bystander consegnate defibrillazione migliora la sopravvivenza dopo arresto cardiaco, studio suggerisce

Maggio 17, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La rianimazione cardiopolmonare (CPR) combinata con l'uso spettatore di un defibrillatore automatico esterno (DAE) è più che raddoppiato le possibilità di sopravvivenza out-of-arresto cardiaco extraospedaliero rispetto all'utilizzo CPR solo, i ricercatori hanno riferito a Scientific Sessions dell'American Heart Association 2007.

Sulla base delle statistiche nazionali in materia di arresto cardiaco extraospedaliero, i ricercatori hanno stimato che astanti CPR più l'uso di un DAE negli Stati Uniti e in Canada risparmiare 522 vite all'anno, o più di una vita al giorno.

"Questo non è uno studio randomizzato, controllato, ma descrive quello che sta succedendo nel mondo reale, dove le persone sulla scena di un arresto cardiaco stanno salvando vite umane", ha detto Myron L. Weisfeldt, MD, presidente della medicina alla Johns Hopkins University di Baltimora e investigatore principale dello studio.




I risultati provengono da uno studio che ha coinvolto 11 comunità urbane e rurali negli Stati Uniti e in Canada. I siti sono partecipanti al rianimazioni Outcomes Consortium (ROC), una rete di comunità coinvolte in studi di pronto soccorso preospedaliero.

Weisfeldt ha riferito i risultati della più recente attività di ricerca ROC, uno studio che ha valutato l'impatto dei farmaci antiepilettici bystander applicata sulla sopravvivenza da out-of-hospital arresto cardiaco.

Diversi anni fa, il National Institutes of Health-sponsorizzato Public Access Defibrillation (PAD) di prova hanno dimostrato che la formazione laici volontari per eseguire CPR e utilizzare farmaci antiepilettici collocati in edifici pubblici raddoppiato il numero di sopravvissuti da out-of-hospital arresto rispetto ai passanti di formazione per consegnare solo CPR.

Il nuovo studio non si è allenato passante specifico per rispondere, ma ha incluso pazienti che avevano out-of-hospital arresto cardiaco tra 1 dicembre 2005 e il 30 novembre 2006, e sono stati valutati dal servizio medico di emergenza (EMS) personale.

Un totale di 10.663 pazienti sono stati trattati con EMS inclusi nello studio. Gli astanti somministrato CPR in 3.191 casi (29,9 per cento) e utilizzato un DAE con CPR in 259 casi (2,4 per cento). Nel complesso, il 7 per cento dei 10.663 pazienti sopravvissuti alla dimissione ospedaliera. Tuttavia, la sopravvivenza varia sostanzialmente in base al tipo e al momento della rianimazione tentato.

Dei pazienti che avevano astanti CPR, ma nessun uso di un DAE, solo il 9 per cento è sopravvissuto alla dimissione ospedaliera.

Quando astanti forniti CPR e fissate un DAE e il dispositivo consegnato uno shock, la sopravvivenza è aumentata al 36 per cento - circa quattro volte quella di CPR da solo.

Alcuni di questo miglioramento è stato probabilmente il risultato di altri aspetti favorevoli dell'arresto, piuttosto che l'uso AED. Così, in una analisi statistica che ha rappresentato i fattori quali la posizione dell'arresto, la risposta EMS tempo e bystander tentativi CPR, AED applicazione ancora più che raddoppiato la probabilità di sopravvivenza alla dimissione ospedaliera dopo l'arresto cardiaco.

I risultati forniscono un forte sostegno per rendere i farmaci antiepilettici più ampiamente disponibili nelle comunità, Weisfeldt detto. Il modo più efficace per farlo è per i governi cittadini di emanare ordinanze che prescrivono farmaci antiepilettici in alcuni edifici pubblici, come scuole e palazzetti dello sport, ha detto. Un AED costa circa 2.000 dollari ciascuno, e di materiali e manodopera per un armadio e segnali adeguati probabilmente aumentare il costo.

"Quando si confronta, che al costo di altre misure di sicurezza previste dalla legge, come ad esempio cinture di sicurezza nelle automobili e sistemi di irrigazione per aiutare gli incendi di controllo negli edifici, la mia conclusione è che non è una spesa enorme", ha detto.

"Facciamo molte cose in nome della sicurezza pubblica, che sono molto più costoso di quello che un programma AED comunità basata costerebbe".

L'American Heart Association promuove comunità laica programmi AED soccorritori e sollecita la formazione di potenziali soccorritori nel RCP e l'uso del DAE, oltre a collegare i programmi ai sistemi locali EMS. Formazione CPR è importante perché presto CPR è parte integrante di fornire aiuti salvavita per le persone che soffrono un arresto cardiaco improvviso. CPR aiuta circolare sangue ricco di ossigeno al cervello e ad altri organi. Dopo l'AED è collegato e offre una scossa, il tipico AED richiede all'operatore di continuare a CPR per due minuti mentre il dispositivo continua ad analizzare il ritmo cardiaco della vittima.

"Questo studio conferma l'importanza della catena della sopravvivenza", ha detto American Heart Association spokersperson Mary Fran Hazinski, RN "Il riconoscimento precoce, precoce RCP e defibrillazione precoce da astanti possono produrre la sopravvivenza fino al 36 per cento per arresto cardiaco fuori dall'ospedale. Azione spettatore Prompt è la chiave di questa sopravvivenza."

Co-autori sono Colleen Griffith; Tom P. Aufderheide, M.D .; Daniel P. Davis, M.D .; Jonathan Dreyer, M.D .; Erik P. Hess, M.D .; Jonathan Jui, M.D .; Alexander MacQuarrie, Justin P. Maloney, M.D .; Laurie J. Morrison, M.D., M.Sc .; Graham Nichol, M.D., M.P.H .; Joseph P. Ornato, M.D .; Judy Powell; Thomas D. Rea, M.D .; e gli investigatori ROC.

Lo studio è sostenuto dal National Heart, Lung, and Blood Institute, canadese Salute e agenzie di difesa e l'American Heart Association.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha