C-reattiva proteina - più che una malattia cardiaca Marker

Aprile 29, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

HOUSTON (26 GENNAIO 2004) - la proteina C-reattiva, già accettata come indica un rischio di malattie cardiache, partecipa anche al processo di aterosclerosi, che restringe le arterie del cuore, ha detto un Baylor College of Medicine (BCM) ricercatore.

In un rapporto che è andato online nella parte di "traccia rapida" del sito di Circulation, la rivista della American Heart Association, oggi, il dottor Lawrence Chan, capo della divisione BCM di diabete, endocrinologia e metabolismo, ei membri del suo Laboratorio ha detto che quando i topi geneticamente predisposti a sviluppare aterosclerosi anche prodotto una forma umana di proteina C-reattiva, hanno sviluppato lesioni più grandi associati con l'accumulo di placca grassi nelle arterie rispetto a quelli che non hanno prodotto la proteina.

"Il nostro studio sostiene l'uso di proteina C-reattiva come marker di rischio per le malattie cardiache", ha detto Chan. "Non solo, ma si individua almeno un meccanismo mediante il quale la proteina contribuisce allo sviluppo di aterosclerosi." Ha detto che questa è la prima volta che questi fatti sono stati dimostrati in animali vivi.




L'aterosclerosi è associato a depositi di placca grassi nelle pareti delle arterie. Quando questo restringe significativamente le arterie del cuore, i pazienti devono affrontare un aumento del rischio di attacco cardiaco.

La proteina C-reattiva è un'indicazione che c'è infiammazione nel corpo. Quando i suoi livelli sono alti, i medici sospettano che il rischio individuale di sviluppare malattie cardiache è altrettanto elevata. Chan e dei suoi colleghi, tra cui il Dr. Antoni Paul, un borsista post-dottorato presso BCM che ha fatto la maggior parte delle analisi di laboratorio, alti livelli identificati una proteina della superficie delle cellule della parete arteriosa chiamato di tipo 1 dell'angiotensina recettore nei depositi aterosclerotici in topi che esprimeva C- reattiva. I topi che difettavano di proteina C-reattiva avevano livelli più bassi del recettore.

Alti livelli di recettore rendono le cellule più suscettibili agli attacchi infiammatori, ha detto Chan. Alcuni farmaci ora utilizzati per il trattamento di malattie cardiache bloccare una forma di recettore dell'angiotensina e potrebbe essere più efficace nei soggetti con alti livelli di proteina C-reattiva, ha detto.

Ulteriori ricerche saranno necessarie per confermare che, ha detto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha