Calcio Cuore scansione più efficace nel predire il rischio di malattie cardiache

Marzo 20, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Scansioni di calcio del cuore sono di gran lunga superiore agli altri strumenti di valutazione nel predire lo sviluppo di malattie cardiovascolari negli individui attualmente classificati a rischio intermedio dai loro medici, secondo i ricercatori della Wake Forest Baptist Medical Center.

Il test, noto come calcio coronarico (CAC), utilizza una TAC per rilevare calcio accumulo nelle arterie intorno al cuore. I risultati dello studio sono presentati nel 22 agosto del Journal of American Medical Association.

Linee guida mediche attuali raccomandano che classificano gli individui come alto, medio o basso rischio con il punteggio di Framingham Risk (FRS), un modello di rischio-previsione cardiovascolare. Tuttavia, i medici si rendono conto che il modello non è perfetto e che il gruppo intermedio comprende in realtà alcuni individui che potrebbero beneficiare di una terapia farmacologica più aggressiva, così come gli individui che potrebbero essere gestiti solo con misure di stile di vita.




"Sappiamo come trattare i pazienti a basso e ad alto rischio di malattie cardiache, ma per i circa 23 milioni di americani che sono a rischio intermedio, non siamo ancora certi circa il modo migliore di procedere", ha detto Joseph Yeboah, MD, professore assistente di cardiologia alla Wake Forest Baptist e autore principale dello studio.

Lo studio battista della foresta Wake, che è stato finanziato dal National Heart Lung and Blood Institute (NHLBI) dei National Institutes of Health, ha valutato che gli strumenti di valutazione di alto livello meglio identificate persone all'interno del gruppo intermedio che erano in realtà a più alto o più basso rischio. Determinare i relativi miglioramenti nella previsione offerte dalle varie prove, soprattutto quando usato in combinazione con le FRS, potrebbe aiutare a identificare le persone a rischio intermedio, che possono beneficiare di interventi di prevenzione primaria più aggressivi, compreso l'uso di aspirina e la definizione di obiettivi inferiori per droga trattamento del colesterolo LDL e la pressione sanguigna, Yeboah ha detto.

Utilizzando i dati di studio multietnico del NHLBI di Atherosclerosis (MESA) di studio, i ricercatori hanno fatto un confronto testa a testa di sei test principali di valutazione per la previsione rischio cardiovascolare in persone a rischio intermedio: punteggio CAC, indice caviglia-brachiale, brachiale flusso dilatazione mediata, carotide spessore intima-media, alta sensibilità della proteina C-reattiva e la storia familiare di malattia cardiaca.

Dei 6814 partecipanti totali MESA di sei comunità in tutto il paese, 1.330 sono stati considerati a rischio intermedio e sono stati inclusi in questo studio. I ricercatori hanno determinato che il punteggio CAC dimostrato il migliore nel predire quali tra il rischio intermedio gente avrebbe continuato ad avere malattie cardiache nei successivi 7,5 anni (in media) di osservazione follow-up.

"Se vogliamo concentrare la nostra attenzione sul sottogruppo di pazienti a rischio intermedio che sono a più alto rischio di malattie cardiovascolari, CAC è chiaramente il miglior strumento che abbiamo nel nostro arsenale per identificarli. Tuttavia, dobbiamo guardare in altri fattori quali i costi ei rischi associati con l'esposizione alle radiazioni di una TAC prima di decidere se tutti nel gruppo intermedio dovrebbe essere proiettato ", ha detto Yeboah.

Ulteriori ricerche sono necessarie per esplorare i costi, i benefici ei rischi di diffusione dello screening CAC in persone a rischio di malattie cardiache, ha detto.

Co-autori dello studio sono: Robyn L. McClelland, Ph.D., Università di Washington, Seattle; Tamar S. Polonsky, M.D., Università di Chicago; Gregory L. Burke, MD, Jeffery J. Carr, MD, e David M. Herrington, MD, Wake Forest Baptist; Christopher T. Sibley, MD, National Institutes of Health; Daniel O'Leary, M.D., Tufts Medical Center; David C. Goff Jr., MD, Ph.D., Università di Colorado; e Philip Groenlandia, MD, Northwestern University.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha