Cancro della prostata I pazienti in terapia ormonale ad aumentato rischio di varie malattie del cuore

Maggio 6, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova ricerca ha scoperto che la terapia ormonale usata per trattare uomini con tumore avanzato della prostata è associata ad una maggiore probabilità di sviluppare vari problemi cardiaci. Alcune scelte di terapia appaiono, tuttavia, ad essere meno rischioso di altri.

I ricercatori hanno detto il più grande congresso di cancro in Europa, ECCO 15 - ESMO 34, a Berlino, 22 settembre che i risultati del loro studio, il più grande e più completo fino ad oggi sulla questione, indicano che i medici devono cominciare a considerare gli effetti collaterali legati al cuore quando prescrivere la terapia endocrina per il cancro alla prostata e potrebbe voler indirizzare i pazienti ad un cardiologo, prima di iniziare il trattamento.

Qualche piccola studi hanno indicato che alcuni tipi di terapia ormonale aumenta il rischio di malattie cardiache e attacchi di cuore coronarica in pazienti con cancro alla prostata, ma altri non hanno trovato un aumento del rischio. Questo è il primo grande studio per studiare come la più ampia gamma di terapie ormonali influenzano una vasta gamma di problemi di cuore e prevede per la prima volta un quadro dettagliato l'impatto di ogni sorta di terapia ormonale sulle singole tipologie di problemi di cuore.




"Se abbiamo osservato un effetto causale, poi per tutte le terapie ormonali messi insieme, si stima che rispetto a ciò che è normale nella popolazione generale, circa 10 eventi di malattia cardiaca ischemica in più ogni anno saranno visualizzati per ogni 1.000 pazienti con cancro alla prostata trattati con questi farmaci , "ha detto il leader dello studio, la sig.ra Mieke Van Hemelrijck, un epidemiologo del cancro al Kings College di Londra. "Tuttavia, non tutti i tipi di terapia sono stati associati con il rischio di problemi cardiaci allo stesso grado. Abbiamo trovato che farmaci che bloccano il testosterone di legarsi alle cellule della prostata sono stati associati con il rischio del cuore almeno, mentre quelli che riducono la produzione di testosterone sono stati associati con un rischio più elevato. Ciò potrebbe avere implicazioni per la scelta del trattamento. "

Il cancro alla prostata è diagnosticato in più di 670.000 uomini ogni anno in tutto il mondo, diventando così il secondo tumore più comune tra gli uomini di tutto il mondo, dopo il cancro del polmone. La terapia ormonale è un cardine del trattamento quando il tumore è localmente avanzato e quando si è diffuso a parti più distanti del corpo, ma è sempre più utilizzato nelle fasi precedenti della malattia. Si tratta di uno di rimuovere i testicoli per eliminare la principale fonte di produzione di testosterone, iniezioni di gonadotropine agonisti dell'ormone rilasciante a ridurre drasticamente la produzione di testosterone dai testicoli o pillole anti-androgeni, che non riducono la quantità di testosterone prodotto ma bloccarlo da fissare le cellule della prostata. I medici a volte usano una combinazione di questi approcci.

Nello studio, i ricercatori hanno analizzato il collegamento in 30.642 uomini svedesi con carcinoma prostatico localmente avanzato o metastatico che avevano ricevuto la terapia ormonale come trattamento primario per la malattia tra il 1997 e il 2006. Gli uomini sono stati seguiti per una media di tre anni. I ricercatori hanno calcolato il rischio di sviluppare la malattia ischemica cardiaca, attacchi cardiaci, insufficienza cardiaca e con necessità di ospedalizzazione e il rischio di morire di queste malattie di cuore confrontando i tassi tra i malati di cancro con ciò che è normale nella popolazione generale svedese. La maggior parte dei pazienti hanno ottenuto una delle tre scelte di trattamento ormonale, ma 38% ottenuto una combinazione dei due tipi di farmaci.

"Abbiamo scoperto che i malati di cancro alla prostata trattati con terapia ormonale hanno avuto un elevato rischio di sviluppare tutti i singoli tipi di problemi cardiaci e che erano più propensi rispetto al normale di morire per queste cause," ha detto la signora Van Hemelrijck, aggiungendo che i problemi sono iniziati accade nel giro di pochi mesi dall'inizio della terapia.

Nel complesso, i malati di cancro alla prostata trattati con terapia ormonale hanno avuto un aumento del rischio del 24% di un attacco di cuore non fatale, un aumento del rischio del 19% di aritmia, un aumento del rischio del 31% di cardiopatia ischemica e un aumento del rischio del 26% di insufficienza cardiaca. Il rischio di un attacco di cuore fatale è stato aumentato del 28%, il rischio di morire di malattie cardiache del 21%, il rischio di morte cardiaca è stata aumentata del 26% e il rischio di aritmia fatale è stato aumentato del 5%.

"In un'analisi più dettagliata per tipo di terapia ormonale, il più basso aumento del rischio di cardiopatia ischemica, infarto e insufficienza cardiaca è stato visto nel gruppo che assumeva terapia anti-androgeni, e abbiamo visto alcun aumento del rischio di morte per malattie cardiache in questo gruppo ", ha detto la signora Van Hemelrijck. "I pazienti in terapia ormonale rilascio delle gonadotropine agonisti avevano il più alto rischio di questi problemi."

Ad esempio, l'aumento del rischio di insufficienza cardiaca per antiandrogeni stata del 5%, rispetto al 34% per il rilascio delle gonadotropine agonisti dell'ormone e l'aumento del rischio ischemico malattia cardiaca è stata del 13% nel gruppo anti-androgeni, rispetto al 30% nel rilascio delle gonadotropine ormone terapia di gruppo agonisti.

"La constatazione che gli anti-androgeni comportano il rischio cuore almeno sostiene l'opinione che il testosterone circolante può proteggere il cuore", ha detto.

L'associazione con il rischio di cuore quando i testicoli sono stati rimossi era vicino a quello visto con il rilascio delle gonadotropine terapia ormonale agonista, la signora Van Hemelrijck aggiunto.

L'aumento del rischio di eventi cardiaci che richiedono il ricovero in ospedale è stato meno pronunciato nei pazienti che hanno già avuto la malattia di cuore prima del trattamento ormonale, con un aumento del rischio del 17% per un nuovo evento cardiopatia ischemica tra i pazienti con una storia di malattia cardiaca, a fronte di un aumento del 41% tra gli uomini che non hanno avuto problemi di cuore prima del trattamento ormonale, per esempio. La signora Van Hemelrijck ha detto che potrebbe essere perché gli uomini che già avevano la malattia di cuore erano probabilmente prendere farmaci per il cuore che li proteggevano da ulteriori rischi di cuore imposto dal trattamento endocrino.

"Ora abbiamo bisogno di studi verifica l'associazione ed esplorare meccanismi biologici plausibili. Poi ci sarebbe sappiamo come utilizzare al meglio questi trattamenti in base alla storia dei vari tipi di malattie cardiache di un paziente e se sarebbe una buona idea per dare ai pazienti farmaci per il cuore per contrastare questi effetti collaterali ", ha concluso la signora Van Hemelrijck.

Lo studio è stato finanziato dal Consiglio di ricerca svedese, Stoccolma Cancer Society e Cancer Research UK.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha