Cancro terapia basata su anatomico posizione potrebbe presto essere obsoleto

Maggio 9, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I risultati di un nuovo studio della Washington University School of Medicine in St. Louis potrebbe alla fine avere oncologi rimuovendo le loro specialità dalle loro tegole facendo la terapia in base alla posizione anatomica del tumore obsoleta.

Quando i ricercatori hanno confrontato otto diversi tipi di tumori, hanno visto che se il tumore era, per esempio, un tumore tumore al seno, tumore del polmone o colon ha è correlato a come i tumori interagito con un farmaco antitumorale standard.

I loro risultati suggeriscono che i trattamenti del cancro tradizionali - che hanno istituito diversi regimi di droga per il cervello, prostata o il cancro ovarico, per esempio - dovrebbero eventualmente essere sostituiti con le terapie che utilizzano farmaci ritenuti di maggior beneficio sulla base del profilo farmacologico del tumore. Scelta trattamento sarebbe determinato da come tumore di ogni paziente reagisce ai farmaci antitumorali, indipendentemente dall'origine anatomica del tumore.




"Questo studio è la prima volta che il percorso per l'effetto di un farmaco è stato analizzato in tumori da diverse località anatomiche", dice Howard McLeod, Pharm.D., Direttore del nucleo farmacologia presso il Siteman Cancer Center e membro del National Institutes della Salute (NIH) farmacogenetica Research Network. "Abbiamo dimostrato che effetto droga è indipendente in cui il tumore è venuto da in corpo. Se ulteriori studi confermano che un approccio specifico per tumore è meglio di quello attuale enfasi anatomica, oncologi possono avere a smettere di pensare a se stessi come il cancro del colon o seno specialisti del cancro e lasciare che il cancro dire loro che i farmaci da utilizzare per ogni specifico paziente. "

Il gruppo di ricerca ha analizzato 255 campioni di otto diversi tipi di cancro - colon, del seno, della prostata, ovaio, polmone, cervello, melanoma e linfoma - e misurato la quantità di proteine ​​specifiche che influenzano l'effetto di irinotecan, un agente antitumorale comunemente usato. Il loro studio apparirà in un prossimo numero del Journal of Pathology.

I livelli di proteina che determinano l'efficacia di irinotecan sono risultate indipendenti dall'origine anatomica del tumore. Così, per esempio, i tumori del colon studiati ampiamente variati nei livelli di queste proteine. La stessa variazione nei livelli proteici ritenuto vero per tutti i tipi di tumore I ricercatori hanno esaminato.

"Questo studio fornisce la prova che la via farmacologica di un farmaco è importante, con significative implicazioni di trattamento", dice Rochelle M. Lunga, Ph.D., del National Institute of scienze mediche generali e direttore del programma per l'NIH Farmacogenetica Research Network. "Questo lavoro è in linea con un tema di rete generale di selezionare terapie su misura per i singoli pazienti, invece di un one-size-fits-all approccio."

I ricercatori hanno scoperto che, indipendentemente dalla provenienza anatomica, alcuni tumori avevano grandi quantità di bersaglio cellulare di irinotecan, una proteina marcata TOP1, mentre altri tumori avevano molto poco. Irinotecan sarebbe probabilmente inefficace in tumori con bassi livelli di TOP1. Hanno anche scoperto che i tumori variano notevolmente nelle quantità di proteine ​​che trasportano irinotecan dentro e fuori delle loro cellule e delle quantità di proteine ​​che rompono irinotecan. Queste variazioni determinano quanto bene irinotecan funzionerà in un particolare tumore.

"Poiché la risposta del tumore non può essere previsto dalla posizione anatomica, dovremmo iniziare a selezionare i trattamenti sulla base di quali geni e proteine ​​ci può raccontare di come il tumore risponderà ad un farmaco", dice McLeod, professore di medicina, della genetica, e di biologia molecolare e farmacologia. "Se ci basiamo solo su ciò che è stato clinicamente dimostrato di funzionare in alcuni casi, per un particolare cancro anatomicamente definiti, potremmo non inizialmente scegliere la migliore terapia per il singolo paziente. E con cancro avanzato, un paziente può ottenere un solo colpo al La terapia di destra - fare la scelta sbagliata potrebbe essere mortale ".

Secondo McLeod, sotto i metodi di selezione trattamento attuali praticamente nessun farmaco chemioterapico ha avuto successo in oltre il 50 per cento dei pazienti con cancro avanzato. Ma invece di considerare un farmaco che funziona solo il dieci per cento del tempo di un fallimento, si ritiene che sarebbe meglio considerare un tale farmaco efficace per uno su dieci tumori e per la ricerca di agenti tra l'attuale arsenale di farmaci chemioterapici che funzionano per il resto.

"Abbiamo più di 70 farmaci approvati dalla FDA, che potenzialmente potrebbero essere utili per un particolare tumore", dice McLeod. "Stiamo lavorando su metodi che possono essere utilizzati per identificare i farmaci che lavorerà per tumore di ogni paziente."

Avere una buona partita tumore-droga non solo migliorerebbe il tasso di sopravvivenza, sarebbe conveniente, secondo McLeod.

"Dato che le moderne terapie del cancro possono essere costosi - a volte si avvicina al costo di un trapianto di midollo osseo - il costo elevato rafforza la necessità di scegliere la giusta terapia per la prima volta," dice.

Riferimento: Zhang W, Shannon WD, Duncan J, Scheffer GL, Scheper RJ, McLeod HL. Espressione di proteine ​​pathway farmaco è indipendente dal tipo di tumore. Journal of Pathology, dei prossimi numeri.

Finanziamento dal National Institutes of Health sostenuto questa ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha