Cattive condizioni di salute, stile di vita legati alle denunce di memoria, anche tra gli adulti più giovani

Aprile 3, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

UCLA ricercatori e l'organizzazione Gallup interrogati più di 18.000 persone circa la loro memoria e una varietà di stili di vita e di salute fattori precedentemente mostrato di aumentare il rischio di malattia di Alzheimer e la demenza. Essi hanno scoperto che molti di questi fattori di rischio aumentato la probabilità di disturbi di memoria auto-percepita in tutti i gruppi di età adulta.

I risultati, pubblicati nel numero di giugno 4 della rivista PLoS ONE, potrebbero aiutare gli scienziati a meglio identificare come presto lo stile di vita e di salute delle scelte memoria impatto più tardi nella vita. Esaminando queste relazioni potenziali, dicono i ricercatori, potrebbe anche contribuire a individuare gli interventi volti a ridurre il rischio di problemi di memoria.




I 18.552 individui intervistati avevano un'età compresa tra 18 e 99. Il rischio noti fattori i ricercatori si sono concentrati sulla depressione incluso, bassi livelli di istruzione, l'inattività fisica, la pressione alta, il diabete, l'obesità e il fumo. Sono stati sorpresi dalla prevalenza di problemi di memoria tra i giovani adulti, ha detto l'autore senior dello studio, il dottor Gary Small, Parlow-Solomon professore di UCLA su invecchiamento e direttore del UCLA Longevity Center.

"In questo studio, per la prima volta, abbiamo determinato questi fattori di rischio possono essere indicativi di denunce di memoria precoci, che sono spesso precursori di più significativo declino della memoria più avanti nella vita", ha detto Piccolo, che è anche un professore di psichiatria e biobehavioral scienze presso l'Istituto Semel di Neuroscienze e Human Behavior della UCLA.

Depressione, bassi livelli di istruzione, l'inattività fisica e l'alta pressione sanguigna aumentato il rischio di denunce di memoria in adulti più giovani (età 18-39), adulti di mezza età (40-59) e gli anziani (60-99), i ricercatori hanno trovato . La depressione era il più forte fattore di rischio singolo per i reclami di memoria in tutte le età.

Avere un solo fattore di rischio aumenta in modo significativo la frequenza di denunce di memoria, senza distinzione di età, secondo i ricercatori. Denunce di memoria sono aumentate quando il numero di fattori di rischio aumentato.

Nel complesso, il 20 per cento degli intervistati ha avuto denunce di memoria, tra cui il 14 per cento degli adulti più giovani, il 22 per cento degli adulti di mezza età e il 26 per cento degli adulti più anziani.

I ricercatori hanno notato che, in generale, problemi di memoria in persone più giovani possono essere diversi da quelli che affliggono gli individui più anziani. Per gli adulti più giovani, lo stress può giocare più di un ruolo, e l'ubiquità della tecnologia - tra cui Internet e dispositivi wireless, che può spesso risultare in costante multi-tasking - può avere un impatto la loro capacità di attenzione, rendendo più difficile la messa a fuoco e ricordare .

Piccole note che gli studi precedenti hanno dimostrato che l'istruzione è un elemento chiave di "riserva cognitiva," la capacità di compensare progressiva patologia cerebrale. Questi risultati suggeriscono che il perseguimento di attività educative in qualsiasi fase della vita può essere utile.

"Ci auguriamo che i nostri risultati possano sensibilizzare i ricercatori, gli operatori sanitari e il pubblico circa l'importanza di ridurre questi fattori di rischio, a qualsiasi età, come sempre screening e trattamento per la depressione e pressione alta, l'esercizio di più e promuovere professionale , "ha detto il dottor Stephen Chen, professore clinico associato di psichiatria e scienze biobehavioral presso l'Istituto Semel e il primo autore dello studio.

"Stiamo progettando di utilizzare questi risultati come base per futuri studi per comprendere meglio come ridurre questi fattori di rischio può eventualmente abbassare la frequenza di denunce di memoria", ha detto l'autore Fernando Torres-Gil, professore alla School of Luskin Affari Pubblici e della UCLA direttore associato del Longevity Center di UCLA.

Il sondaggio Gallup utilizzata nello studio ha avuto luogo tra dicembre 2011 e gennaio 2012 e faceva parte della Gallup-Healthways Well-Being Index, che include Salute- e questioni elettorali allo stile di vita. I sondaggisti hanno condotto a terra linea e telefono cellulare interviste che ha catturato un rappresentante 90 per cento della popolazione degli Stati Uniti, i ricercatori hanno detto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha