Cause di morte e di malattia globale nei prossimi 25 anni

Aprile 1, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Nel 1993, la Banca Mondiale ha sponsorizzato la 1990 Global Burden of Disease studio effettuato da ricercatori della Harvard University e l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Questo studio ha fornito le prime complete stime globali di morte e di malattia per età, sesso e area geografica. Ha anche fornito proiezioni del carico globale di malattia e di mortalità fino al 2020. Lo studio e le sue proiezioni sono stati fondamentali nella pianificazione nazionale e internazionale di politica sanitaria. Colin Mathers e Dejan Locar (dalla Organizzazione Mondiale della Sanità, Ginevra) ora hanno aggiornato le proiezioni basate su dati del 2002 sulla mortalità e peso della malattia e pubblicato i loro risultati nel internazionale ad accesso aperto rivista PLoS Medicine.

Come per la precedente relazione, i ricercatori hanno utilizzato le proiezioni di sviluppo socio-economico per modellare i modelli futuri di mortalità e di malattia per tre diversi scenari: uno scenario di riferimento, uno scenario pessimistico che presuppone un tasso di sviluppo socio-economico più lento, e uno scenario ottimistico che assume un ritmo di crescita.

Essi prevedono che tra il 2002 e il 2030 nell'ambito di tutti e tre gli scenari di vita aumenterà in tutto il mondo, un numero inferiore di bambini sotto l'età di 5 anni morirà, e la percentuale di persone che muoiono di malattie non trasmissibili, come le malattie cardiache e il cancro aumenterà. Anche se le morti per malattie infettive diminuirà generale, morti per HIV/AIDS continueranno ad aumentare. Nonostante questo aumento, il 50% in più di persone si prevede di morire di malattie legate al tabacco che di HIV/AIDS nel 2015. Entro il 2030, le tre principali cause di malattia saranno HIV/AIDS, depressione e cardiopatia ischemica in base e scenari pessimistici. Nello scenario ottimistico, incidenti stradali (che aumentano con lo sviluppo socio-economico) sostituiranno le malattie cardiache, come il numero 3 assassino.




In un editoriale di accompagnamento, i redattori PLoS Medicine chiedono se stanno pubblicando "la stoffa giusta", vale a dire ricerca e commenti il ​​cui obiettivo è quello di ridurre la mortalità e la sofferenza delle condizioni più importanti - e se il finanziamento della ricerca e della spesa sanitaria sono coerenti con questi risultati.

Citation: Mathers CD, Loncar D (2006) Proiezioni di mortalità globale e carico di malattia dal 2002 al 2030. PLoS Med 3 (11): E442. (Http://dx.doi.org/10.1371/journal.pmed.0030442)

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha