Cellulari Marker Identifica i pazienti che hanno maggiori probabilità di rispondere a Taxol

Marzo 15, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della University of Texas MD Anderson Cancer Center hanno scoperto un potenziale fattore predittivo di risposta al farmaco chemioterapico Taxol, che è comunemente usato prima o dopo l'intervento chirurgico per tumori al seno in stadio I-III, anche se solo un sottoinsieme di donne infine beneficiare di questo trattamento.

I pazienti in cui il cancro al seno le cellule hanno perso la loro capacità di esprimere una proteina chiamata "tau" sono due volte più probabilità di avere una buona risposta al trattamento Taxol, i ricercatori segnalano al San Antonio Breast Cancer Symposium riunione annuale.

La scoperta ha senso perché tau promuove l'assemblaggio dei microtubuli, che forniscono la struttura alla cellula e aiutano per separare. Opere Taxol legandosi ai microtubuli per formare una struttura impropriamente stabile che alla fine porta alla morte cellulare. "In assenza di tau, Taxol stabilizza microtubuli più facilmente", spiega il ricercatore principale dello studio, Lajos Pusztai, MD, Ph.D., professore associato presso il Dipartimento di Oncologia Medica del seno.




Se convalidato in studi più ampi, la scoperta suggerisce che il tessuto tumorale potrebbe essere proiettato per prevedere se risponderà a Taxol, dice Pusztai. "Se non lo fa, forse altri regimi chemioterapici avrebbe funzionato meglio."

I risultati suggeriscono anche un modo per migliorare l'uso di Taxol, dice Pusztai. "Se si blocca l'effetto di tau con un agente, si potrebbe aumentare l'efficacia di Taxol in più pazienti, che li rende super-responders".

I ricercatori si avvicinò con la loro scoperta dopo aver esaminato campioni di biopsie di cancro al seno prelevati da 82 pazienti, 21 dei quali aveva una completa scomparsa del loro cancro dopo il trattamento-Taxol contiene. Hanno guardato la differenza tra questi responder e non responder a 22.000 geni, e hanno scoperto che i tumori erano altamente sensibili al trattamento che avevano bassi livelli di tau RNA messaggero (mRNA) di espressione nelle loro cellule tumorali. Questa osservazione è stata confermata dall'esame espressione della proteina tau usando un test di routine patologica, immunoistochimica, in 122 pazienti supplementari. Poi, la ricerca su linee di cellule di cancro al seno in laboratorio sono state intraprese a guardare come bassa espressione di tau porta ad una maggiore sensibilità a Taxol.

Pusztai dice che circa il 25 per cento di tutti i pazienti mostrano molto elevata sensibilità alla chemioterapia contenente Taxol, e rispondere con totale scomparsa di tumore dopo il trattamento.

"Valutazione di espressione tau al momento della diagnosi in grado di identificare un gruppo di pazienti che sono almeno il doppio di probabilità di avere alta sensibilità al trattamento," dice. "Il resto dei pazienti non può beneficiare molto dalla droga, perché nessuno dei pazienti che avevano alti livelli di espressione di mRNA tau nel loro cancro sperimentato risposta completa alla terapia.

Prima può essere raccomandato l'uso di routine di un tale test, i ricercatori dicono che questi risultati dovranno essere esaminate in un più ampio studio randomizzato per determinare con precisione il valore clinico di tau come marcatore predittivo.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha