Cellule B Esausto Hamper risposta immunitaria al virus HIV

Giugno 6, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Recenti studi hanno dimostrato che l'HIV provoca una risposta immunitaria forte e prolungato, che alla fine porta all'esaurimento delle cellule chiave del sistema immunitario - CD4 + e CD8 + T-cellule - che prendono di mira l'HIV. Queste cellule stanchi diventano sempre meno in grado di combattere il virus, e la fatica delle cellule contribuisce alla incapacità del sistema immunitario di una persona affetta da HIV di eliminare il virus dal corpo.

Ora, i ricercatori del National Institute of Allergy e Malattie infettive (NIAID), parte del National Institutes of Health, ha dimostrato che un simile tipo di stanchezza colpisce un altro importante brigata di soldati del sistema immunitario: le cellule B che compongono le proteine ​​del virus-combattimento chiamate anticorpi.

Nella maggior parte delle persone con infezione da HIV non sottoposti a terapia antiretrovirale, il virus si replica in continuazione, causando disturbi sistemici che includono cambiamenti in alcuni sottoinsiemi di cellule B che circolano nel sangue. Uno di questi sottoinsiemi, conosciute come "le cellule dei tessuti, come la memoria B," è abbondante in individui affetti da HIV che non controllano la loro carica virale. Queste cellule particolari mostrano segni di stanchezza precoce e di una ridotta capacità di fare gli anticorpi di alta qualità necessari per la lotta contro l'HIV.




Come con gli studi di cellule esauste CD4 + e CD8 + T, questi nuovi risultati relativi a cellule B esauste aiutano illuminare il complesso danni al sistema immunitario causati da HIV, e le sfide per ricostruire o rafforzare il sistema immunitario di una persona affetta da HIV.

Programma di ricerca sul vaccino del NIAID HIV mira ad aumentare la comprensione delle cellule B per aiutare a informare lo sviluppo di un vaccino efficace, e questo studio contribuisce a questo sforzo. Gli autori fanno notare che la progettazione di un vaccino terapeutico progettato per rallentare la progressione della malattia da HIV dovrà superare o aggirare la sfida posta dalla incapacità di alcune cellule esausto B a produrre anticorpi di alta qualità.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha