Cellule retiniche pensieri siano la stessa cosa non sono, biologo dice

Maggio 4, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In uno studio recentemente pubblicato su Nature, un team guidato da Samer Hattar del Dipartimento di Biologia presso la Scuola Krieger delle Arti e delle Scienze e Tudor Badea presso il National Eye Institute ha scoperto che queste cellule, che sono stati pensati per essere identici e responsabile sia impostare il ritmo circadiano del corpo e la reazione della pupilla alla luce e le tenebre, sono in realtà due cellule diverse, ognuno responsabile di uno di quei compiti.

"In biologia, come nella vita, non si può fidare sempre quello che si vede", ha detto Hattar. "Devi scavare in profondità per scoprire cosa sta realmente accadendo. Questo studio ha dimostrato che due neuroni strutturalmente simili sono in realtà molto diversi e distinti, di comunicare con le diverse regioni del cervello e influenza diverse funzioni visive."




I risultati sono significativi, Hattar ha detto, perché i medici a volte usano reflex luce pupillare (risposta dell'allievo di luce e tenebre) come un modo per i pazienti la diagnosi che possono avere problemi di sonno, e quei medici ora devono riconoscere che le cellule di controllo risposta pupillare e quelli controllo del ciclo sonno-veglia sono diversi.

"Anche se la diagnosi può essere ancora valida la maggior parte del tempo, è importante ricordare che ha interrotto la risposta pupillare alla luce, con normali cicli veglia sonno o è possibile il contrario, e si deve prestare attenzione se i clinici utilizzano solo pupillare luce riflessa a fini di diagnosi per deficit di non-formazione dell'immagine funzioni visive, "ha spiegato Shih-Kuo (Alen) Chen, un borsista post-dottorato presso il Dipartimento di Biologia e co-autore dell'articolo Nature.

La ricerca di Hattar si concentra su queste speciali cellule sensibili alla luce e come regolano la fisiologia e il comportamento dei mammiferi.

"Negli esseri umani, la luce ha un impatto su molte delle nostre funzioni fisiologiche, tra cui il sonno e l'umore," spiega. "Siamo interessati a percorsi cellulari, molecolari e comportamentali da cui la luce ha un impatto su di noi, indipendentemente dal come e cosa abbiamo letteralmente 'vedere' con i nostri occhi. Questo include l'impostazione del nostro, l'orologio biologico interno per il giorno e la notte e costrittivo i nostri studenti di controllare la quantità di luce che passa per le nostre retine ".

In un precedente studio, il team di Hattar rivelato che queste cellule - chiamate "intrinsecamente fotosensibili cellule gangliari della retina" - giocano un ruolo nella formazione dell'immagine. Precedentemente, si pensava che il ruolo dei ipRGCs 'era limitato a cicli sonno-veglia e le risposte pupillari.

Questo lavoro è stato finanziato dal National Institutes of Health, il David e Lucile Packard Foundation e la Fondazione Alfred P. Sloan.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha