Cerebrale profonda spettacoli stimolazione promettono per i pazienti con cronica, trattamento anoressia nervosa resistente

Marzo 21, 2016 Admin Salute 0 13
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In un mondo in primo luogo, un team di ricercatori del Centro di Neuroscienze Krembil e la Health Network University hanno dimostrato che Deep Brain Stimulation (DBS) in pazienti con cronica, grave e resistente al trattamento Anoressia Nervosa (anoressia) aiuta alcuni pazienti a raggiungere e mantenere i miglioramenti del peso corporeo, l'umore e ansia.

I risultati di questo studio, intitolato stimolazione cerebrale profonda del Subcallosal Cingulate Area per il trattamento-refrattario Anoressia Nervosa: Una fase I Pilot Trial, sono pubblicati oggi sulla rivista medica The Lancet. Lo studio è una collaborazione tra l'autore Dr. Nir Lipsman residente neurochirurgia presso l'Università di Toronto e dottorando presso il Neuroscience Centro Krembil; Dr. Andres Lozano, un neurochirurgo, presso il Centro di Neuroscienze Krembil Toronto Western Hospital e professore e presidente della neurochirurgia presso l'Università di Toronto, il cui laboratorio di ricerca è stato determinante nel condurre ricerche DBS; e il dottor Blake Woodside, direttore medico del più grande programma di disturbi alimentari del Canada a Toronto General Hospital e professore di Psichiatria presso l'Università di Toronto.

La sperimentazione di fase uno di sicurezza studiato la procedura in sei pazienti che con ogni probabilità continueranno con una malattia cronica e/o una morte prematura a causa della gravità della loro condizione. I partecipanti allo studio avevano un'età media di 38, e una durata media della malattia di 18 anni. Oltre alla anoressia, tutti i pazienti, tranne uno, hanno sofferto anche di condizioni psichiatriche come il disturbo depressivo maggiore e disturbo ossessivo-compulsivo. Al momento dello studio, tutti i pazienti attualmente, o ha avuto in precedenza, subito molteplici complicazioni mediche relative al loro anoressia - del tutto, i sei pazienti avevano una storia di quasi 50 ricoveri durante le loro malattie.




I partecipanti allo studio sono stati trattati con stimolazione cerebrale profonda (DBS), una procedura neurochirurgica che modera l'attività dei circuiti cerebrali disfunzionali. Neuroimaging ha dimostrato che ci sono sia differenze strutturali e funzionali tra i pazienti anoressia e controlli sani in circuiti cerebrali che regolano l'umore, ansia, ricompensa e il corpo-percezione.

I pazienti erano svegli quando sono stati sottoposti alla procedura che impiantato elettrodi in una parte specifica del cervello coinvolte con emozione, e risultano essere molto importante in patologie come la depressione. Durante la procedura, ogni contatto elettrodo è stato stimolato a cercare la risposta del paziente di cambiamenti di umore, ansia o effetti avversi. Una volta impiantato, gli elettrodi sono stati collegati ad un generatore di impulsi impiantato sotto la clavicola destra, molto simile a un pacemaker cardiaco.

Test dei pazienti è stato ripetuto a uno, tre e sei mesi intervalli dopo l'attivazione del dispositivo generatore di impulsi. Dopo un periodo di nove mesi dopo l'intervento chirurgico, il team ha osservato che tre dei sei pazienti avevano raggiunto l'aumento di peso che è stata definita come un indice di massa corporea (BMI) significativamente maggiore di mai sperimentato dai pazienti. Per questi pazienti, questo è stato il periodo più lungo di costante aumento di peso dall'inizio della loro malattia. Inoltre, quattro dei sei pazienti anche sperimentato cambiamenti simultanei dell'umore, l'ansia, il controllo su risposte emotive, esorta a binge e spurgo e altri sintomi legati all'anoressia, come le ossessioni e compulsioni. Come risultato di questi cambiamenti, due di questi pazienti hanno completato ricoverato alimentazione programma di disturbi per la prima volta nel corso della loro malattia.

"Siamo veramente inaugurando una nuova era di comprensione del cervello e il ruolo che può svolgere in alcune malattie neurologiche," dice il Dott Lozano. "Individuando e correggere i circuiti precise del cervello associata con i sintomi di alcune di queste condizioni, stiamo trovando opzioni aggiuntive per il trattamento di queste malattie."

Mentre il trattamento è ancora considerato sperimentale, si ritiene lavorare stimolando una specifica area del cervello per invertire anomalie legate alla umore, ansia, controllo emotivo, ossessioni e compulsioni tutti che sono comuni in anoressia. In alcuni casi, dopo l'intervento chirurgico, i pazienti sono quindi in grado di completare trattamenti precedentemente infruttuosi per la malattia. La ricerca può non solo fornire un'opzione aggiuntiva terapia per questi pazienti in futuro, ma risponda anche la comprensione dei praticanti di anoressia e dei fattori che causano a essere persistente.

"Vi è un urgente bisogno di terapie aggiuntive per aiutare coloro che soffrono di una grave anoressia," dice il Dott Woodside. "I disturbi alimentari hanno il tasso di mortalità più alto di qualsiasi malattia mentale e sempre più donne stanno morendo di anoressia. Qualsiasi trattamento che potrebbero cambiare il corso naturale di questa malattia non è solo offrendo la speranza, ma salvare la vita di coloro che soffrono di estrema forma di questa condizione. "

Un importante esperto internazionale nel campo della ricerca DBS, Dr. Lozano ha esplorato le potenzialità del DBS per il trattamento di una varietà di condizioni. Più di recente, la sua squadra ha iniziato il processo prima mai DBS dei pazienti con malattia di Alzheimer precoce, e ha dimostrato che la stimolazione può aiutare a migliorare la memoria. Questo processo è ormai entrato nella sua seconda fase e ampliato a centri medici negli Stati Uniti.

Anoressia Nervosa è un disturbo alimentare e la condizione psichiatrica caratterizzata da restrizione alimentare, la distorsione del corpo e una schiacciante paura di aumentare di peso. I tassi di mortalità da anoressia può essere alto come 15%, e un ulteriore 15% al ​​20% di quelli con anoressia sviluppare un decorso cronico della condizione che non risponde ai trattamenti tradizionali. La ricerca ha dimostrato che affrontare i sintomi emotivi, problemi psicologici e di altre malattie mentali associate con l'anoressia - piuttosto che il solo trattamento di basso peso corporeo - è legata ad abbassare i tassi di ricaduta e migliori risultati di trattamento.

I ricercatori sperano di uhn espandere il loro studio, e di progettare un processo che determinerà l'impatto a lungo termine di DBS in un maggior numero di pazienti con resistente al trattamento di anoressia nervosa.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha