Cervelli autistici sviluppano più lentamente di cervelli sani, i ricercatori dicono

Aprile 19, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Segnalazione in corrente edizione online della rivista Human Brain Mapping, anziano authorJennifer G. Levitt, professore di psichiatria presso l'Istituto Semel di Neuroscienze e Human Behavior della UCLA; primo autore Xua Hua, un ricercatore post-dottorato UCLA; e colleghi hanno trovato tassi di crescita aberranti nelle aree del cervello coinvolte nella perdita di valore sociale, deficit di comunicazione e comportamenti ripetitivi che caratterizzano l'autismo.

L'autismo è pensato per interessare uno in 110 bambini negli Stati Uniti, e molti esperti ritengono i numeri sono in crescita. Nonostante la sua diffusione, poco si sa circa il disturbo, e nessuna cura è stato scoperto.




Normalmente, quando i bambini crescono in adolescenti, il cervello subisce grandi cambiamenti. Questo processo altamente dinamico dipende dalla creazione di nuove connessioni, chiamato sostanza bianca, e l'eliminazione, o "la potatura" delle cellule cerebrali inutilizzate, chiamato materia grigia. Come risultato, il nostro cervello funzionano i modi ideali e più efficaci per capire e rispondere al mondo che ci circonda.

Sebbene la maggior parte dei bambini con autismo sono diagnosticati prima dei 3 anni, questo nuovo studio suggerisce che i ritardi nello sviluppo del cervello continuano fino all'adolescenza.

"Perché il cervello di un bambino con autismo si sviluppa più lentamente durante questo periodo critico della vita, questi bambini possono avere un momento particolarmente difficile lotta per stabilire l'identità personale, sviluppare interazioni sociali e perfezionare le competenze emotive", ha detto Hua. "Questa nuova conoscenza può aiutare a spiegare alcuni dei sintomi dell'autismo e potrebbe migliorare le future opzioni di trattamento."

I ricercatori hanno utilizzato un tipo di scansione cerebrale imaging chiamato risonanza magnetica pesata in T1, che può mappare i cambiamenti strutturali durante lo sviluppo del cervello. Per studiare come il cervello dei ragazzi con autismo cambiati nel corso del tempo, hanno esplorato 13 ragazzi con diagnosi di autismo e un gruppo di controllo di sette ragazzi non-autistici in due diverse occasioni. I bambini in età variava dal 6 al 14 al momento della prima scansione; in media, sono stati sottoposti a scansione di nuovo circa tre anni dopo.

Con la scansione dei ragazzi due volte, gli scienziati sono stati in grado di creare un quadro dettagliato di come il cervello cambia durante questo periodo critico di sviluppo.

Oltre a vedere che le connessioni della sostanza bianca tra le regioni cerebrali che sono importanti per il linguaggio e le abilità sociali crescevano molto più lenta nei ragazzi con autismo, hanno trovato una seconda anomalia: in due aree del cervello - il putamen, che è coinvolto nell'apprendimento, e il cingolato anteriore, che aiuta a regolare sia l'elaborazione cognitiva ed emozionale - le cellule non utilizzate non erano adeguatamente potati via.

"Insieme, questo crea circuiti cerebrali inusuali, con le cellule che sono troppo collegati a loro vicini e sotto-collegata a cellule importanti più lontano, il che rende difficile per il cervello di elaborare le informazioni in modo normale", ha detto Hua.

"Le regioni del cervello dove sono stati trovati ad essere più modificato i tassi di crescita sono stati associati con i problemi dei bambini autistici spesso lottano con - compromissione sociale, deficit di comunicazione e comportamenti ripetitivi", ha aggiunto.

Studi futuri utilizzando tecniche di neuroscienze alternative dovrebbero tentare di identificare la fonte di questa insufficienza bianco-materia, i ricercatori hanno detto.

"Questo studio fornisce una nuova comprensione di come il cervello dei bambini con autismo sono in crescita e lo sviluppo in un modo unico," ha detto Levitt. "L'imaging cerebrale potrebbe essere usato per determinare se i trattamenti sono riuscita ad affrontare la differenza biologica. La crescita del cervello ritardo in autismo può anche suggerire un approccio diverso per intervento educativo in pazienti adolescenti e adulti, dal momento che ora sappiamo i loro cervelli sono cablati in modo diverso di percepire informazioni. "

Altri autori dello studio hanno incluso Paul M. Thompson, Alex D. Leow, Sarah K. Madsen, Rochelle Caplan, Jeffry R. Alger, Joseph O'Neill, Kishori Joshi, Susan L. Smalley e Arthur W. Toga, tutti UCLA . Il sostegno è stato fornito dal National Institutes of Health, l'Alleanza Nazionale per Autism Research, l'Istituto Nazionale di Salute Mentale e l'Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha