Cervello matura a pochi anni Tardo In ADHD, ma segue Normale Modello

Giugno 6, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"Trovare un normale modello di corteccia di maturazione, anche se in ritardo, nei bambini con ADHD dovrebbe essere rassicurante per le famiglie e potrebbe contribuire a spiegare perché molti giovani sembrano finalmente a crescere fuori del disordine", ha spiegato Philip Shaw, MD, NIMH Child Psychiatry Branch, che ha guidato team di ricerca.

Precedenti studi di imaging cerebrali riusciti a rilevare il ritardo di sviluppo perché concentrati sulla dimensione dei relativamente grandi lobi del cervello. Le differenze taglienti emerse solo dopo una nuova tecnica di analisi delle immagini ha permesso ai ricercatori di individuare l'ispessimento e assottigliamento delle migliaia di siti corteccia in centinaia di bambini e ragazzi, con e senza la malattia.




"Se stai solo guardando i lobi, avete solo quattro misure, invece di 40.000", ha spiegato Shaw. "Non prendete le focali, cambiamenti regionali in cui questo ritardo è più marcato."

Tra 223 giovani con ADHD, la metà dei 40.000 siti corteccia raggiunto spessore picco a un'età media di 10,5, rispetto a 7,5 anni in un gruppo abbinato di giovani senza il disturbo.

Shaw, Judith Rapoport, MD, del NIMH Bambino Psychiatry Branch, Alan Evans, MD, della McGill University, e colleghi relazione sulla loro risonanza magnetica (MRI) di studio durante la settimana del 12 novembre 2007, l'edizione online della Atti della National Academy of Sciences.

I ricercatori hanno analizzato la maggior parte dei 446 partecipanti - che vanno dai bambini in età prescolare a giovani adulti - almeno due volte ad intervalli di circa tre anni. Si sono concentrati sul l'età in cui la corteccia ispessimento durante l'infanzia lascia il posto a diradamento dopo la pubertà, le connessioni neurali utilizzate sono potati per l'efficienza ottimale durante l'adolescenza.

In entrambi i gruppi di ADHD e di controllo, aree di lavorazione e di controllo del motore sensoriali sul retro e la parte superiore del cervello ha raggiunto il picco di spessore in precedenza durante l'infanzia, mentre le aree della corteccia frontale responsabili di ordine superiore le funzioni di controllo esecutivo ha raggiunto un picco in seguito, durante l'adolescenza. Queste aree frontali supportano la capacità di sopprimere le azioni inappropriate e pensieri, concentrare l'attenzione, ricordare le cose di momento in momento, lavorare per la ricompensa, e il movimento di controllo - funzioni spesso disturbati nelle persone con ADHD.

Circuiti in frontale e temporale (a lato del cervello) aree che integrano le informazioni dalle aree sensoriali con le funzioni di ordine superiore hanno mostrato il maggior ritardo di maturazione nei giovani con ADHD. Ad esempio, una delle ultime aree a maturare, al centro della corteccia prefrontale, ritardati cinque anni quelli con il disturbo.

La corteccia motoria è emerso come l'unica area che matura più velocemente del normale nei giovani con ADHD, in contrasto con le aree della corteccia frontale a maturazione tardiva che la dirigono. Questa discrepanza potrebbe spiegare l'irrequietezza e sintomi irrequieto comuni tra quelli con la malattia, i ricercatori hanno suggerito.

Essi hanno inoltre rilevato che il modello in ritardo di maturazione osservato in ADHD è l'opposto di quello visto in altri disturbi dello sviluppo cerebrale come l'autismo, in cui il volume delle strutture cerebrali di picco per molto prima del normale età.

I risultati supportano la teoria che i risultati ADHD da un ritardo nella corteccia di maturazione. In studi futuri, i ricercatori sperano di trovare basi genetiche del ritardo e modi di promuovere processi di recupero dalla malattia.

"L'imaging cerebrale non è ancora pronto per essere utilizzato come strumento diagnostico in ADHD", ha osservato Shaw. "Anche se il ritardo nello sviluppo corteccia è stato caratterizzato, potrebbe essere rilevata solo quando sono stati inseriti un numero molto elevato di bambini con il disturbo. Non è ancora possibile rilevare tale ritardo dalle scansioni cerebrali di un singolo individuo. La diagnosi di ADHD rimane clinica, basato sulla presa una storia dal bambino, la famiglia e gli insegnanti. "

Altri partecipanti alla ricerca sono stati: Kristen Eskstrand, Wendy Sharp, Jonathan Blumenthal, Dede Greenstein, Liv Clasen, e Jay Giedd, MD, NIMH.

L'Istituto Nazionale di Salute Mentale (NIMH) missione è quella di ridurre l'onere di disturbi mentali e comportamentali, attraverso la ricerca sulla mente, cervello e comportamento.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha