Chemobrain trattamento? Potenziale rimedio per i 'nebbia mentale' in pazienti malati di cancro

Aprile 21, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I malati di cancro si sono lamentati per anni la nebbia mentale noto come chemobrain. Ora, in studi sugli animali a West Virginia University (WVU), i ricercatori hanno scoperto che le iniezioni di N-acetil cisteina (NAC), un antiossidante, può prevenire la perdita di memoria che i farmaci chemioterapici cancro al seno a volte inducono.

Nello studio i ricercatori WVU ", i ratti sono stati dati farmaci chemioterapici adriamicina e ciclofosfamide comunemente usato. Quando sulle droghe, topi che sono stati addestrati a preferire una stanza di luce in una stanza buia dimenticato la loro formazione.

"Quando gli animali sono trattati con farmaci chemioterapici, perdono la memoria", ha detto Gregory Konat, Ph.D., professore di neurobiologia e anatomia a WVU. "Quando si aggiunge NAC durante il trattamento, non perdono la memoria."




Scelto per le sue proprietà antiossidanti, NAC è una forma modificata della dieta cisteina.

Jame Abraham, MD, direttore del Comprehensive Cancer Program al seno a Maria Babb Randolph Cancer Center di WVU, ha dichiarato come "chemobrain" entrato nel lessico nazionale, molti pazienti hanno espresso frustrazione per i medici non prendere sul serio le lamentele.

"In passato, c'era un sacco di ignoranza tra i medici circa i problemi cognitivi chemio-indotta", ha detto il dottor Abraham. "In alcuni pazienti, i problemi possono persistere fino a due anni."

Gli autori WVU dicono ben il 40 per cento dei malati di cancro sottoposti a chemioterapia lamentano di sintomi, come deficit di memoria e di attenzione grave. In precedenza, gli scienziati sospettavano il cancro, piuttosto che farmaci chemio, potrebbe essere la causa.

All'inizio di quest'anno, il team di Dr. Abraham di ricercatori ha usato la risonanza magnetica per documentare la portata delle modifiche al cervello nelle donne che hanno ricevuto chemioterapia per il cancro al seno. Ora la connessione tra farmaci e perdita di memoria è chiara, e un potenziale rimedio si suggerisce pure.

"A questo punto, non abbiamo prove per dire che NAC è sicuro nei pazienti che stanno ottenendo la chemioterapia", ha detto Abraham. "Abbiamo bisogno di più studi per confermare il ruolo di NAC nei pazienti."

Oltre al Dipartimento di Neurobiologia e Anatomia, ricercatori di Maria Babb Randolph Cancer Center di WVU e del Dipartimento di Medicina Comportamentale e Psichiatria collaborato allo studio.

Lo studio è stato finanziato come parte di una sovvenzione $ 275.000 in tre anni da parte del Dipartimento della Difesa statunitense. Abramo è il principio investigatore degli studi.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha