Ciò che distingue le allergie in moto?

Maggio 11, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Allergie o ipersensibilità del sistema immunitario, sono più comuni che mai. Secondo la Fondazione asma e le allergie d'America, uno su cinque americani soffre di un'allergia - da forme più lievi, come la febbre da fieno istanze più gravi, come le allergie arachidi che può portare a shock anafilattico.

Mentre i farmaci come antistaminici possono trattare i sintomi di una reazione allergica, il trattamento è troppo limitata, afferma il Prof. Ronit Sagi-Eisenberg, un biologo cellulare alla Sackler Faculty of Medicine della Tel Aviv University. Le cellule rilasciano decine di molecole durante una reazione allergica, e farmaci disponibili riguardano solo un piccolo sottoinsieme. Ora lei ei suoi colleghi ricercatori stanno lavorando per identificare ciò che innesca reazioni allergiche nel corpo, con l'obiettivo di fermare una reazione allergica prima del suo inizio.

La risposta può trovarsi all'interno della famiglia Rab, un gruppo di 60 proteine ​​che sono noti per regolare la distribuzione delle proteine ​​in tutto il corpo. Insieme con il suo dottorato di ricerca studente Nurit Pereg-Azouz, Prof. Sagi-Eisenberg ha trovato che 30 di queste proteine ​​determinato come le cellule reagiscono a un allergene, e due di questi sono stati identificati per ulteriori ricerche come strumenti di farmaco preventivo. Quando la catena di eventi che hanno portato a una reazione allergica può essere compreso, i farmaci possono essere sviluppate per inibire la reazione iniziale, spiega il Prof. Sagi-Eisenberg.




Questa ricerca è stata pubblicata su The Journal of Immunology.

Arrivare alla radice

Le reazioni allergiche possono apparire come eruzioni cutanee, difficoltà respiratorie, o gonfiore, ma sono tutti causati dallo stesso meccanismo. Se esposto ad un allergene, il corpo attiva il sistema immunitario. Ma mastociti, situati in tutto il corpo, rilevano che il sistema immunitario è stato attivato erroneamente contro qualcosa che non è batterica o virale, e rilasciano molecole biologicamente attive per creare una risposta infiammatoria.

Quindi, ciò che provoca mastociti a reagire? Prof. Sagi-Eisenberg e il suo team di lavoro per identificare la catena esatta di eventi in una reazione allergica. Hanno guardato alla famiglia delle proteine ​​Rab come fonte potenziale di risposte, lo screening per il coinvolgimento delle proteine ​​'nell'iniziare reazione allergica.

"Siamo geneticamente manipolati mastociti in modo che contenevano versioni mutate di queste proteine, che erano già attivi senza un allergene", spiega il Prof. Sagi-Eisenberg. Se una proteina era rilevante, sarebbe provocare una reazione allergica. "Questa nuova metodologia ci ha permesso di screening per l'impatto funzionale di ogni membro di questa famiglia, determinando se sia inibito o attivato il processo allergico."

Alla fine, i ricercatori contrassegnati 30 proteine ​​che sono rilevanti per il processo di creazione di una reazione allergica nel corpo, e hanno identificato due che sembrano essere i più coinvolti. Ulteriori ricerche utilizzerà queste due proteine ​​come strumenti per acquisire una maggiore comprensione delle reazioni allergiche.

Farmaci mirati potrebbero impedire reazioni allergiche

Una reazione allergica non è soltanto una funzione di due proteine ​​interagenti - è il risultato di una catena di eventi. Identificando i collegamenti cruciali in una tale catena, i ricercatori possono creare farmaci mirati che rompono la catena. Nuovi farmaci che hanno come target le cellule tumorali, per esempio, sono dirette a bloccare la capacità del tumore di funzionare e crescere, privandola di sangue e ossigeno cruciali forniture. Prof. Sagi-Eisenberg immagina simili farmaci per le allergie, con farmaci che affrontano la fonte della reazione allergica invece dei sintomi.

La necessità di tali farmaci è pressante. Steroidi, l'unico tipo disponibile di farmaco che previene efficacemente mastociti di secernere agenti biologicamente attivi, anche causare danni ai reni, ossa e il sistema immunitario. I pazienti possono soffrire di più dal trattamento di quanto non facciano da allergia stesso. Farmaci alternativi che sono efficaci come gli steroidi, ma sarà privo dei loro effetti collaterali sono disperatamente necessari. Il lavoro del Prof. Sagi-Eisenberg aiuterà a identificare le proteine ​​che può essere bersaglio di farmaci senza impattare la funzione di altre cellule, spera.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha