Ciò che si mangia può influenzare l'orologio biologico interno del corpo

Giugno 5, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il cibo nutre non solo il corpo, ma colpisce anche il suo orologio biologico interno, che regola il ritmo quotidiano di molti aspetti del comportamento umano e della biologia. I ricercatori di segnalazione nelle cellule Press Reports rivista Cell forniscono nuove informazioni su come regolare l'orologio attraverso la manipolazione della dieta può aiutare i pazienti con varie condizioni e dimostrano che l'insulina può essere coinvolto nella regolazione dell'orologio.

Un orologio interno biologico o 'circadiano' svolge un ruolo importante in tempi sonno preferiti, tempi di picco attenzione, e il tempo di alcuni processi fisiologici. L'orologio consente la massima espressione dei geni in tempi opportuni della giornata, permettendo organismi di adattarsi alla rotazione della terra. "Desincronizzazione cronica tra ritmi fisiologici e ambientali non solo riduce le prestazioni fisiologiche, ma comporta anche un rischio significativo di disturbi diversi come il diabete, le malattie cardiovascolari, disturbi del sonno, e il cancro," dice il Dott Makoto Akashi, di Yamaguchi University, in Giappone.

L'orologio circadiano coinvolge due importanti vie. Il primo, che risponde alla luce, è stato ben caratterizzato. Il secondo, che risponde al cibo, è meno chiaro. Attraverso esperimenti in cellule e topi, Dr. Akashi e colleghi hanno trovato, utilizzando colture cellulari, che l'insulina, un ormone pancreatico che viene secreto in risposta ad alimentazione, possono essere coinvolti nella regolazione dell'orologio circadiano. "La regolazione della fase insulina mediata dell'orologio nei tessuti alimentazione rilevanti può consentire la sincronizzazione tra pasto e la funzione del tessuto, con conseguente digestione e l'assorbimento efficace", dice. "In breve, l'insulina può aiutare l'orologio stomaco sincronizzare con pasti."




Le scoperte dei ricercatori forniscono informazioni preziose su come regolare l'orologio circadiano attraverso la manipolazione dietetica. "Per esempio, per il jet lag, la cena deve essere arricchita con ingredienti che promuovono la secrezione di insulina, che potrebbe condurre a un anticipo di fase dell'orologio circadiano, mentre la colazione sarebbe il contrario," dice il Dott Akashi. I risultati suggeriscono inoltre che le regolazioni di clock attraverso l'alimentazione potrebbero non funzionare bene in individui con insulino-resistenza, una caratteristica dei pazienti con diabete di tipo 2. Inoltre, ci possono essere effetti collaterali legati al orologio circadiano nel trattamento di pazienti con insulina.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha