Circuiti cerebrali non convenzionali offrire indizi a insonnia, obesità Connection

Giugno 21, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il cablaggio convenzionale dei circuiti cerebrali che regolano il sonno e la veglia potrebbe spiegare la prevalenza di insonnia e della condizione di associazione con l'obesità, secondo nuovo lavoro pubblicato nel numero di aprile del metabolismo cellulare. Caratterizzata da una cronica incapacità di addormentarsi o restare addormentato, l'insonnia è valutato per interessare uno ogni otto americani.

Trovando il modo di interferire con che il cablaggio non convenzionale, gli scienziati possono avanzare su nuovi trattamenti per l'insonnia, i ricercatori hanno detto. Variazione naturale in questo sistema cerebrale potrebbe anche spiegare le differenze tra le persone nella loro suscettibilità a disturbi del sonno.

I ricercatori hanno scoperto che i cosiddetti neuroni ipocretina - avere un ruolo importante sia in eccitazione e l'appetito - non hanno la capacità della maggior parte dei neuroni di filtrare il "rumore" di segnale, ha riferito Tamas Horvath e Xiao-Bing Gao della Yale University School of Medicine. I neuroni anche rapidamente riorganizzare se stessi, diventando ancora più eccitabili, in risposta a stress come la privazione di cibo, hanno trovato.




"I corpi cellulari dei neuroni maggior agiscono come un filtro," ordinamento attraverso una moltitudine di segnali per eliminare il rumore e generare una risposta appropriata, Horvath detto. "Al contrario, sembra che il cablaggio base dei neuroni hypocretin consente rumore diventa il segnale principale."

Come l'obesità ha raggiunto proporzioni epidemiche, l'incidenza di insonnia e la privazione del sonno è anche aumentato. Studi di questo apparente associazione insonnia-obesità hanno suggerito un nesso di causalità tra i due, ma il meccanismo di base è rimasta poco chiara. I nuovi risultati di neuroni ipocretina offrono alcuni possibili indizi, Horvath ha detto.

Gli scienziati hanno scoperto i neuroni ipocretina mentre studiava narcolessia, una condizione caratterizzata da improvvisi attacchi di sonno profondo. Narcolessia generalmente deriva da una carenza o malfunzionamento dei neuroni ipocretina. I neuroni inducono anche l'appetito, un'attività importante per il controllo del cibo. Eppure l'integrazione dei ruoli delle cellule cerebrali "in eccitazione e l'appetito rimane in gran parte inesplorato, Horvath ha detto.

In una serie di esperimenti in fettine cerebrali e nei topi, i ricercatori hanno esaminato l'organizzazione e la stabilità degli ingressi di corpi cellulari hypocretin, che agiscono come filtri in altre cellule cerebrali. Essi hanno scoperto che i neuroni ipocretina hanno una organizzazione "non ortodosso", in cui le correnti eccitatorie esercitano il controllo sui corpi delle cellule nervose con ingressi inibitori minime per filtrarli.

Pernottamento privazione di cibo promosso la formazione di ingressi più eccitatori. Tali nuovi ingressi sono stati invertiti sulla rialimentazione, hanno riferito, un'indicazione della estrema plasticità del sistema hypocretin alle condizioni prevalenti.

Quella sensibilità e capacità di adattamento ha un senso, dato il ruolo dei neuroni come allarme naturale del corpo, un entusiasmante dal torpore in risposta a stimoli esterni, Horvath ha detto. Tuttavia, la struttura del sistema può anche spiegare la prevalenza di disturbi del sonno e, forse, il relativo aumento dell'obesità.

"In un certo senso evolutivo, la risposta del sistema ipocretina ai piccoli stimoli sarebbe stato necessario per la sopravvivenza", ha detto. "Ma in ambiente cronicamente stressante di oggi, il circuito può anche essere una causa di fondo di insonnia e disturbi metabolici associati, tra cui l'obesità."

###
(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha