Citochine proinfiammatorie potrebbe contribuire a migliorare la diagnosi e il trattamento del cancro alla prostata

Giugno 15, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori dell'Università di Alcalб (UAH) hanno concluso che ci potrebbe essere un legame tra l'alta espressione di citochine proinfiammatorie e alti livelli di antigene prostatico specifico (PSA) con la progressione del cancro alla prostata.

Il cancro alla prostata è uno dei tumori più comuni che colpiscono la popolazione maschile, e un esame rettale digitale è il metodo principale per una diagnosi precoce. Diversi anni fa, specifico (PSA) livelli di antigene prostatico sono state introdotte come un test diagnostico e il follow-up della malattia, ma ci sono situazioni alternative come la manipolazione della prostata in una biopsia o un esame rettale, e altre malattie benigne come iperplasia, che causano una elevazione temporanea di livelli di PSA che portano a falsi positivi. L'opposto è anche vero, dal momento che i normali livelli di PSA sono stati misurati nei pazienti che soffrono della patologia tumorale. Pertanto l'antigene prostatico specifico non è un'indicazione del grado di sviluppo della malattia.

I ricercatori del dipartimento di genetica e biologia cellulare presso l'Università di Alcalб deciso di cercare nuovi marcatori prognostici che insieme con il PSA aumenterebbe la specificità diagnostica della malattia. Le molecole selezionate per lo studio in cui proinfiammatorie Citochine che già svolgono un ruolo importante nello sviluppo del cancro. Il loro lavoro consisteva nella relativa espressione di diverse citochine proinfiammatorie, interleuchine 1 e 6 e l'necrosis factor-alfa (TFN-a), con i livelli di antigene prostatico specifico (PSA) nel siero del sangue, sia per pazienti normali (senza patologia tumorale ), nonché per condizioni patologiche (iperplasia e cancro), mentre anche loro relative al loro ruolo nella progressione tumorale come indicato dal Mar Royuela.




Per raggiungere questo obiettivo, hanno studiato campioni di prostata di pazienti sani con iperplasia benigna e con il cancro alla prostata, in collaborazione con i ricercatori del Universitй du 7 Novembre а Cartagine della Tunisia. I risultati dello studio, pubblicato sulla rivista Cancer rilevamento e prevenzione, indicano che ci potrebbe essere un collegamento tra l'alta espressione di citochine proinfiammatorie IL-1, TNF-a e IL-6 ed elevati livelli serici di PSA con la progressione della cancro. E 'possibile che una migliore comprensione del meccanismo biologico di tale associazione potrebbe portare ad un bersaglio terapeutico in pazienti affetti da una patologia della prostata, come il professore di Alcalб Università spiega.

Il gruppo di ricerca per il tumore solido biologia cellulare e la rigenerazione dei tessuti in UAH ha dedicato oltre 10 anni allo studio di istologia e biologia cellulare della prostata umano sano e anomala; lavoro che è stato completato dallo studio del cancro al seno. La loro linea di pensiero si concentra sui intermediari nei diversi percorsi di trasduzione avviate dal TNF-alpha/IL-1 che attivano diversi fattori di trascrizione coinvolti nella proliferazione cellulare.

"Il cancro è un processo complesso che coinvolge molti fattori. Solo conoscendo la maggior parte di loro saremo in grado di trovare una terapia efficace", il professor Royuela stati. "Al fine di raggiungere questo obiettivo l'indagine deve continuare. Nel nostro caso, ci proponiamo di studiare una delle biforcazioni nei percorsi di trascrizione che portano alla attivazione di NF-kB. In futuro, ci sarà integrare la nostra ricerca con lo studio di il legame tra questi percorsi e la famiglia di proteine ​​che inibisce l'apoptosi (morte cellulare) e che agisce principalmente caspasi ", conclude il ricercatore Alcalб University.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha