Collegamento molecolare trovata tra insulino-resistenza e infiammazione

Maggio 14, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'esplorazione dei legami molecolari tra resistenza all'insulina e l'infiammazione potrebbe aver rivelato un nuovo bersaglio per il trattamento del diabete, dicono gli scienziati della John G. Rangos Sr. Research Center, ospedale dei bambini di Pittsburgh di UPMC. I loro risultati sono stati pubblicati all'inizio di questo mese nella versione online del diabete, una delle riviste dell'American Diabetes Association.

Segni di basso grado di infiammazione sistemica non sono rari tra le persone che hanno la condizione pre-diabetica nota come sindrome metabolica, e in modelli animali di obesità e di tipo 2, o insulino-resistente, il diabete, ha detto l'autore anziano H. Henry Dong , Ph.D., assistente professore del Dipartimento di Pediatria, Università di Pittsburgh School of Medicine.

"Ma non è ancora chiaro se esiste un rapporto di causa-effetto tra l'esposizione cronica a basso grado di infiammazione e l'insorgenza di insulino-resistenza", ha spiegato. "Altri studi hanno dimostrato che, in pazienti che hanno l'infiammazione e il diabete, farmaci insulino-sensibilizzanti sembrano ridurre l'infiammazione, mentre le terapie anti-infiammatori migliorano la sensibilità all'insulina."




Squadra del Dr. Dong ha esaminato il ruolo svolto da una proteina chiamata Forkhead Box 01 (Fox01), che la sua ricerca precedente ha mostrato contribuisce a aumenti dei trigliceridi in un modello animale di obesità e diabete.

Nel documento, i ricercatori hanno trovato nelle cellule in coltura ed esperimenti mouse che Fox01 stimola infiammatori globuli bianchi chiamati macrofagi, che migrano al fegato e adiposo, o grasso, tessuto negli stati di insulino-resistenza, per aumentare la produzione di una citochina chiamata interleuchina -1 beta (IL-1B). La citochina a sua volta interferisce con segnalazione dell'insulina. L'insulina inibisce tipicamente Fox01, la creazione di un circuito di feedback in tessuti sani che aiuta a regolare i livelli di insulina.

"I risultati suggeriscono che quando vi è una mancanza di insulina o quando le cellule quali macrofagi sono resistenti alla sua presenza, non ci sono freni stimolazione Fox01 di IL-1B e la sua ulteriore interferenza con segnalazione dell'insulina," ha dichiarato Dr Dong. "Questo potrebbe spiegare il motivo per cui l'infiammazione cronica spesso è accoppiato con obesità e diabete di tipo 2. Inoltre, un farmaco che agisce sul Fox01 potrebbe essere in grado di migliorare il controllo degli zuccheri nel sangue."

Secondo l'ADA, si stima che 24 milioni di americani hanno il diabete di tipo 2, precedentemente conosciuto come diabete dell'adulto. Come obesità diventa più comune, tuttavia, la prevalenza è in aumento nei bambini. Nel diabete di tipo 2, il corpo diventa resistente all'effetto di insulina, portando ad elevati livelli di zucchero nel sangue.

Co-autori della carta includono autore principale Dongming Su, MD, Gina M. Coudriet, Dae Hyun Kim, Ph.D., tedesco Perdermo, Ph.D., Shen Qu, MD, Sandra Slusher, Hubert M. Tse, Ph .D., Jon Piganelli, Ph.D., e Nick Giannoukakis, Ph.D., tutto della Divisione di Immunogenetica, Dipartimento di Pediatria, Ospedale pediatrico di Pittsburgh di UPMC e Pitt School of Medicine, e Yi Lu, Ph. D., e Jian Zhang, MD, Divisione di Ematologia e Oncologia, Dipartimento di Medicina, Pitt School of Medicine.

Lo studio è stato finanziato dalla American Diabetes Association e il National Institutes of Health.

(0)
(0)
Articolo precedente Perfetto Modello On Time
Articolo successivo Affluenti Servizi SEO a Gurgaon

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha