Collegare improbabile tra sintomi di insonnia, pressione alta, conclude lo studio

Marzo 27, 2016 Admin Salute 0 8
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ci sono buone notizie per il 30 per cento o più di adulti che soffrono di insonnia - difficoltà ad addormentarsi, svegliarsi per periodi prolungati durante la notte o indesiderati risvegli del mattino.

Una nuova ricerca di Hospital di San Michele ha trovato che l'insonnia non li mette a maggior rischio di sviluppare ipertensione.

Dr. Nicholas Vozoris, un pneumologo a San Michele, ha detto che vi è una crescente preoccupazione tra i pazienti e gli operatori sanitari sulle possibili conseguenze mediche di insonnia, in particolare sul sistema cardiovascolare.




Se ci fosse un collegamento, questo avrebbe almeno due importanti implicazioni per il sistema sanitario. In primo luogo, perché l'insonnia è un problema comune e spesso cronica durata, una gran parte della popolazione avrebbe bisogno di screening a lungo termine per il possibile sviluppo di pressione alta.

In secondo luogo, i medici possono prescrivere sonniferi più spesso nel tentativo di trattare l'insonnia da un eventuale abbassamento prospettiva pressione sanguigna. Dr. Vozoris detto sonniferi sono già utilizzati troppo spesso e associati a una serie di gravi effetti collaterali, tra cui la dipendenza, overdose, incidenti stradali e cadute.

Dr. Vozoris detto studi precedenti che suggerivano un legame tra insonnia e pressione alta sono stati spesso basati su un numero limitato di persone. Ha esaminato i dati di circa 13.000 americani che hanno partecipato al National Health and Nutrition Examination Survey, una serie di studi volti a valutare lo stato di salute e nutrizionale di adulti e bambini negli Stati Uniti. L'indagine è unico in quanto unisce interviste e gli esami fisici.

I partecipanti sono stati invitati circa i loro sintomi di insonnia, e le loro risposte sono stati correlati con se avevano ipertensione medico-diagnosticata, stavano prendendo farmaci anti-ipertensione, o avevano misurato la pressione arteriosa alta.

"Dopo aggiustamento per molti fattori, tra cui anche i partecipanti ricevevano pillole di pressione sanguigna o sonniferi, ci sono stati in generale alcuna associazione tra l'insonnia e la pressione alta, anche tra le persone che soffrivano di insonnia più spesso", ha detto il dottor Vozoris . "Questi risultati dovrebbero rassicurare i pazienti ei loro medici che l'insonnia e la pressione alta è improbabile che essere collegati."

I suoi risultati sono stati pubblicati sul Journal of Clinical Psychiatry.

Lo studio è creduto di essere il primo ad esaminare per l'ipertensione tra gli individui che hanno riferito di auto-varie frequenze di sintomi di insonnia.

"I pazienti che soffrono di insonnia e medici che stanno cercando di prendersi cura di loro non dovrebbero preoccuparsi tanto di insonnia colpisce il loro cuore in modo negativo", ha detto.

"Mostrando non esiste alcun legame tra questo disturbo del sonno molto comune e di alta pressione del sangue, i medici possono essere più selettivi nel prescrivere sonniferi e astenersi dal prescrivere questi farmaci dal punto di vista cardio-protettivo."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha