Colon ha meccanismo di sicurezza che limita la formazione di tumori

Aprile 22, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati hanno osservato che la formazione di un adenoma del colon è accompagnata da un aumento della produzione di una molecola chiamata BMP (proteina morfogenetica ossea). Lo studio spiega che BMP limita la capacità di auto-rinnovamento delle cellule staminali adenoma, impedendo così il rapido sviluppo della lesione. "Cellule epiteliali Colon rispondere alla presenza di questi tumori e tentare di sopprimerli o almeno controllare attraverso la via BMP. Senza questo circuito di sicurezza, avremmo molti più polipi che mostra una crescita rapida. Il cancro del colon è una malattia che si sviluppa lentamente e questa lentezza può essere causato da questo meccanismo di sicurezza ", dice Eduard Batlle, direttore del Cancer Laboratorio Colorectal a IRB Barcellona i cui interessi di ricerca riguardano lo studio di come nascono i tumori del colon e come diventano maligne.

Dobbiamo tutti abbiamo la stessa capacità di affrontare polipi?




Una ipotesi che è sorto dallo studio è che non siamo ugualmente protetti e che non vi sono variazioni genetiche nella popolazione che determinano che alcune persone hanno meccanismi di sicurezza più robusti per rispondere alla formazione di polipi di altri.

Questa ipotesi è confermata dal fatto che gli scienziati hanno identificato una regione genomica attraverso la quale la produzione di proteine ​​BMP è controllata, vale a dire, il sito specifico che regola il circuito di sicurezza attivato quando vengono rilevati adenomi. È lo stesso sito che contiene alcune variazioni genomiche nella popolazione che sono associati con la suscettibilità al cancro al colon. Queste variazioni genomiche sono stati rivelati da studi nella popolazione e analisi dei genomi di pazienti affetti da cancro del colon che sono disponibili in basi di dati come quella dei 1000 Genomi dati di progetto.

"Noi forniamo una spiegazione plausibile del perché alcune variazioni genomiche (chiamato snip - SNP-) sono associati ad un maggiore rischio di cancro al colon e crediamo è perché queste variazioni influenzano questo sistema di sicurezza che ci protegge da adenomi," spiegano gli scienziati .

"Questo studio di base consentirà ricerche più definito sulle variazioni genomiche associate a cancro del colon che si trovano nella regione in cui BMP è regolamentato." Una migliore comprensione del meccanismo che accelera o limita lo sviluppo del cancro può consentire, ad esempio, la scoperta di nuovi biomarcatori per identificare meglio la popolazione a maggior rischio di cancro al colon e anche l'attuale livello di rischio.

Il cancro del colon è uno dei quattro tumori più diffusi, insieme con il seno, alla prostata e il cancro ai polmoni, ed ha una incidenza globale di 1.600.000 casi all'anno, con un tasso di mortalità del 50%. I ricercatori sottolineano che se gli over 50 sottoposti a test preventivi come colonscopie poi l'80% dei decessi per questa malattia potrebbe essere evitato.

Lo studio ha visto la partecipazione di gruppi dal "Centro Nacional de Investigaciones Oncolуgicas," il "Hospital Clнnico de Barcelona-IDIBAPS-UB," e il Centro di Genomica regolamento. Il finanziamento è stato fornito da un ERC Grant del Consiglio europeo della ricerca assegnato a Eduard Batlle, dalla Josep Steiner Foundation della Svizzera, e dal ministero spagnolo dell'Economia e Competitività.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha