Combinato terapia ormonale sostitutiva può aumentare l'incidenza di rara forma di cancro al seno

Maggio 16, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'incidenza di una rara forma di cancro al seno, chiamato carcinoma lobulare, è in aumento nelle donne in postmenopausa a livello nazionale, e questo aumento può essere associato con l'uso diffuso della terapia ormonale sostitutiva combinata, secondo i ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center a Seattle.

Questi risultati sono riportati oggi in un paio di carte nella rivista CANCER. L'autore principale di entrambi i documenti è Christopher Li, MD, un borsista post-dottorato in Divisione Scienze della Salute pubblica del centro di Hutchinson. I ricercatori dell'Università di Washington hanno collaborato uno degli studi. Cancro lobulare al seno, che coinvolge i lobuli - camere nel seno che contengono piccole ghiandole che producono il latte - rappresenta solo il 5 per cento al 10 per cento di tutti i casi di cancro al seno invasivo. La forma più comune di cancro al seno, che rappresenta fino al 85 per cento dei casi, è il carcinoma duttale, che coinvolge la complessa rete di condotti del latte che distribuiscono latte dai lobuli attraverso il seno e nella capezzolo.

Mentre molto più rara di cancro al seno duttale, carcinoma lobulare sembra essere in aumento nelle donne in postmenopausa, in particolare tra coloro che prendono la terapia di combinazione ormonale (progestinico ed estrogeno).




In un articolo, Li e colleghi presso il Centro Hutchinson riportano un 2,6 volte aumento dell'incidenza di cancro al seno tra le donne in postmenopausa lobulare che hanno preso la terapia ormonale sostitutiva combinata per sei mesi o più, rispetto a quelli che ha preso senza ormoni. Questo studio ha coinvolto quasi 1.000 donne Seattle-zona (metà con il cancro al seno, la metà senza).

In altra carta, Li e colleghi del centro di Hutchinson e UW riportano un aumento significativo del cancro al seno lobulare tra le donne in postmenopausa a livello nazionale. Per questo studio, i ricercatori hanno esaminato i dati del Surveillance, Epidemiology and End Results programma, o SEER, un registro nazionale cancro gestito dal National Cancer Institute. Nell'analizzare i dati 1977-1995, i ricercatori hanno trovato un aumento superiore al 70 per cento nel cancro lobulare in donne iscritte alle sei di siti di raccolta dati nove SEER. In confronto, l'aumento di carcinoma duttale era meno del 40 per cento tra casi registrati a sei dei siti SEER nove. Questa popolazione studio ha incluso più di 120 milioni di donne a livello nazionale.

"Anche se preliminari, i nostri studi suggeriscono che l'incidenza del cancro al seno è in aumento a livello nazionale lobulare e che l'uso della terapia ormonale sostitutiva post-menopausa, in particolare l'uso di estrogeni e progestinici preparazioni combinate, possono contribuire a questo aumento", spiega Li. "Tuttavia, gli studi futuri sono necessari per confermare questi risultati, ed è importante notare che i tumori lobulare rappresentano solo il 5 per cento al 10 per cento di tutti i carcinomi della mammella."

Entrambi gli studi sono stati finanziati dal National Cancer Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha