Combinazione di due farmaci migliora la sopravvivenza nel carcinoma pancreatico


Gli investigatori presso l'Vall dґHebron University Hospital e Vall d'Hebron Istituto di Oncologia (VHIO), hanno partecipato a un studio internazionale di fase III, pubblicato sul New England Journal of Medicine. I risultati mostrano che la somministrazione di questi due farmaci in combinazione migliora significativamente la sopravvivenza a uno e due anni in pazienti con cancro avanzato del pancreas contro gemcitabina da sola, il trattamento di prima linea o un approccio più standard per questo tipo di tumore ad oggi.

Il nuovo farmaco è destinato a diventare un punto di riferimento nel trattamento avanzato del cancro pancreatico

Uno studio multicentrico di fase III, con centri partecipanti da 11 paesi in Nord America, Europa e Australia, mostra che la combinazione di droga nab-paclitaxel e gemcitabina è più efficace nel trattamento di pazienti con carcinoma pancreatico avanzato di sola gemcitabina, che è stato il trattamento standard per questi pazienti fino ad ora.




La sperimentazione clinica, sponsorizzato da Celgene Corporation, ha coinvolto 861 pazienti, la metà dei quali sono stati somministrati la combinazione/gemcitabina nab-paclitaxel, mentre l'altra metà ha ricevuto gemcitabina da sola. La sopravvivenza globale mediana era di 8,5 mesi per i nab-paclitaxel/gemcitabina contro 6,7 mesi per la sola gemcitabina. I tassi di sopravvivenza a un anno sono stati il ​​35% e il 22%, rispettivamente, e il tasso di sopravvivenza a due anni erano il 9% e il 4%, rispettivamente. Effetti indesiderati simili sono stati trovati nella nuova droga e gemcitabina simili. Il rapporto di prova ha quindi concluso che la combinazione nab-paclitaxel/gemcitabina migliora in modo significativo il tasso di sopravvivenza e di risposta globale in pazienti con carcinoma pancreatico avanzato.

Dr Josep Tabernero, Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica presso l'Ospedale Universitario Vall dґHebron, Direttore dell'Istituto Vall dґHebron di Oncologia (VHIO), e uno dei co-autori dello studio, ha confermato che "i risultati di questo studio hanno un passo nella giusta direzione verso il controllo carcinoma pancreatico avanzato, una malattia con una prognosi infausta. Siamo certi che la combinazione gemcitabina/nab-paclitaxel diventerà uno dei trattamenti di riferimento per questa malattia. Nuovi farmaci nella pipeline in questo campo sono già calibrate contro questa combinazione come punto di riferimento da battere. In tal senso, gli investigatori a VHIO stanno sviluppando promettenti le combinazioni di laboratorio per il trattamento del cancro del pancreas. "

Nuovo trattamento di prima linea per il cancro del pancreas

Il tumore al pancreas è la quarta causa di morte per cancro in Europa e negli Stati Uniti. La terapia gemcitabina è stato il trattamento standard di prima linea nei pazienti con carcinoma pancreatico non operabile, localmente avanzato o metastatico dal 1997. Nella malattia metastatica, sopravvivenza a un anno varia da circa il 17 al 23%, mentre la sopravvivenza a cinque anni è solo del 2%.

Anche se numerosi studi di fase II e III, sono stati condotti su nuovi farmaci in combinazione con gemcitabina, la maggior parte non hanno mostrato un miglioramento significativo in termini di sopravvivenza in questi pazienti. La combinazione nab-paclitaxel/gemcitabina apre una nuova strada di trattamento in questa popolazione di pazienti.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha