Come gli ormoni e microbi guidare il pregiudizio di genere nelle malattie autoimmuni

Marzo 16, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le femmine possono montare più potenti risposte immunitarie rispetto ai maschi, ma il rovescio della medaglia di questa maggiore protezione contro le infezioni è un rischio maggiore di malattie autoimmuni. Fare luce sulle cause alla base del pregiudizio di genere nelle malattie autoimmuni, uno studio pubblicato da Cell Press 22 agosto nella rivista Immunity rivela che alcuni microbi intestinali prevalenti nei maschi possono aiutare a proteggere contro il diabete di tipo 1. Lo studio dimostra che questi microbi cooperare con gli ormoni sessuali a causare questo pregiudizi di genere e fornisce un quadro importante che potrebbe portare a trattamenti più efficaci.

"Il pregiudizio di genere nelle principali malattie autoimmuni è ben nota, ma non ben compreso", dice l'autore senior studio Alexander Chervonsky dell 'Università di Chicago. "Studiando come i microbi cooperano con ormoni per influenzare il sistema immunitario, si possono individuare i percorsi che possono essere attivati ​​artificialmente da farmaci o manipolazioni di microbi intestinali di interferire con il corso di autoimmunità."

Gli ormoni sessuali sono noti per svolgere un ruolo importante nel pregiudizio di genere delle malattie autoimmuni. Ma gli studi hanno dimostrato che le influenze ambientali e altri fattori non ormonali fanno anche una differenza. Ad esempio, gli animali che non hanno microbi intestinali perché sono stati allevati in un ambiente privo di germi non mostrano un pregiudizio di genere pronunciata nel diabete di tipo 1, che è generalmente considerato una malattia autoimmune. Fino ad ora, non è stato chiaro come ormoni e microbi lavorano insieme per influenzare il pregiudizio di genere nel diabete di tipo 1 e di altre malattie autoimmuni.




Nel nuovo studio, Chervonsky e il suo team hanno scoperto che le comunità microbiche nei topi maschio e femmina è diventato diverso una volta che il mouse ha raggiunto la pubertà, mentre i microbi in femmine e maschi castrati erano più simili tra loro. Questi risultati suggeriscono che gli ormoni sessuali contribuiscono ai cambiamenti di genere nelle comunità microbiche. Quando i ricercatori hanno sollevato topi in un ambiente privo di germi e poi esposte a diversi tipi di batteri, hanno scoperto che solo alcuni microbi maschi contro il diabete di tipo 1 specificamente protetti.

Presi insieme, i risultati suggeriscono che gli ormoni e microbi cooperano tra loro per proteggere maschi contro le malattie autoimmuni. "Il nostro studio ha contribuito a stabilire i principi generali di come ormoni e microbi interagiscono con il sistema immunitario, che è il primo passo significativo per arrivare alla fase di sviluppo di nuove terapie."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha