Come 'mutazioni nascoste' contribuire alla resistenza farmacologica dell'HIV

Aprile 28, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno dei motivi principali che il trattamento per l'HIV/AIDS, spesso non funziona bene come dovrebbe è la resistenza ai farmaci coinvolti. Ora, gli scienziati della McGill University hanno rivelato come le mutazioni nascoste nelle parti precedentemente ignorati del genoma dell'HIV svolgono un ruolo importante nello sviluppo della resistenza ai farmaci nei pazienti affetti da AIDS.

Il loro studio sarà pubblicato 8 agosto sul Journal of Biological Chemistry.

"HIV sviluppa una resistenza molto rapidamente, e una volta che succede, i farmaci non funzionano bene come in teoria dovrebbero, o smettono di funzionare del tutto," ha spiegato il dottor Matthias Gцtte, professore associato presso il Dipartimento di Microbiologia e Immunologia della McGill. "I medici hanno regolarmente il virus del paziente testato per la resistenza in anticipo di trattamento per contribuire a rendere le opportune decisioni cliniche."




Lo studio è stato condotto da un team di ricercatori guidato dal dottor Gцtte presso la Facoltà di Medicina di McGill, con l'assistenza del BC Centro di Eccellenza in HIV/AIDS presso l'Università della British Columbia (UBC). E 'stato finanziato dal Canadian Institutes for Health Research (CIHR).

Test genotipo HIV è ormai ampiamente stabilito in HIV di screening resistenza ai farmaci. Tuttavia, per motivi tecnici ed economici, l'intero genoma HIV è di solito non sequenziato.

"L'attenzione si è concentrata sulle aree specifiche del genoma dell'HIV dove ci aspettiamo che queste mutazioni che conferiscono resistenza a verificarsi", ha detto il dottor Gцtte. "Ci concentriamo su una particolare sequenza su un gene importante dal aminoacido 1 a 300, e come tale, ci manca circa un terzo di questo gene. Fino a poco tempo, molti ricercatori credevano che questa zona nascosta era scarsa rilevanza clinica."

Negli ultimi anni, tuttavia, gli studi hanno cominciato a suggerire che i primi 300 amminoacidi da soli non possono descrivere completamente il paesaggio resistenza ai farmaci. Dr. Gцtte ei suoi colleghi hanno selezionato un paio di queste mutazioni precedentemente non caratterizzati e sottoposti ad una batteria di test biochimici altamente sensibili.

"La gente era scettica", ha detto il dottor Gцtte. "Il meccanismo di come queste mutazioni potrebbero essere coinvolti nella resistenza non era chiaro. Tuttavia, nel nostro documento, presentiamo dati che spiega in modo molto dettagliato come queste mutazioni funzionano."

Tuttavia, ha ammonito, il dibattito sul fatto che per lo screening di routine queste aree del genoma dell'HIV sarà ancora probabilmente continuerà per qualche tempo.

"E 'estremamente lungo e costoso per convalidare i test del genotipo", ha detto. "Tuttavia, noi probabilmente saremo testando queste aree in un paio di anni."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha