Come Nutrizione influisce la ripartizione dei grassi

Aprile 5, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati hanno dimostrato che quando gli individui sia magri o obesi esercitare dopo aver mangiato un pasto ricco di grassi, i loro grassi sono ripartiti e ossidati nel muscolo scheletrico, rendendoli più sani. Questi risultati mostrano per la prima volta come una dieta grassa alta ed esercizio fisico stimolano la ripartizione dei grassi e può aiutare modi di progettazione per ridurre il grasso in eccesso nel corpo.

Il grasso è suddiviso all'interno delle cellule di grasso per generare energia da un processo chiamato lipolisi. Gli acidi grassi risultanti vengono rilasciate nel flusso sanguigno e trasportati ai tessuti che richiedono energia. Nei soggetti obesi, troppo accumula grasso, compromettere la lipolisi, ma i dettagli di come questo accade non sono ben compresi. Inoltre, gli individui obesi possono mostrare reattività alterata allo stress ormoni adrenalina e noradrenalina nel loro grasso sottocutaneo.

Max Lafontan e colleghi hanno studiato come il grasso è suddiviso in due soggetti magri e obesi che hanno esercitato o dopo il digiuno o mangiare una dieta ricca di grassi. Hanno notato che dopo aver mangiato una dieta ricca di grassi, i grassi sono stati ripartiti in individui magri e obesi. In condizioni di digiuno, la ripartizione dei grassi è stato più pronunciato nei soggetti magri, ma il pasto ricco di grassi aumenta la lipolisi nei soggetti obesi.




Gli scienziati hanno anche studiato gli effetti degli acidi grassi a catena lunga (LCFAs) - che si trovano nella dieta ricca di grassi - sulle cellule adipose in coltura. Hanno notato che LCFAs aumentano lipolisi quando viene indotta da adrenalina, uno degli ormoni noti per stimolare la lipolisi.

Mostrando per la prima volta come una dieta ricca di grassi e LCFAs influenzano lipolisi ormone-indotta in cellule adipose, questo studio apre la strada per ulteriori ricerche sul ruolo dei diversi acidi grassi sul metabolismo delle cellule muscolari e vascolari, concludono i ricercatori .

Articolo: "L'esposizione acuta ad acidi grassi a catena lunga compromette antilipolysis mediata da recettori alfa2-adrenergici nel tessuto adiposo umano," di Jan Polak, Cedric Moro, David Bessiere, Jindra Hejnová, Marie A. Marques, Magda Bajzova, Max Lafontan, Francois Crampes, Michel Berlan, e Vladimir Stich

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha