Come zinco affama batteri letali per fermare l'infezione

Aprile 5, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori australiani hanno scoperto che lo zinco puo 'morire di fame' uno dei batteri più mortali del mondo, impedendo il suo assorbimento di un metallo essenziale.

La scoperta, da parte dei ricercatori di malattie infettive presso l'Università di Adelaide e The University of Queensland, apre la strada a un ulteriore lavoro per progettare agenti antibatterici nella lotta contro Streptococcus pneumoniae.

Streptococcus pneumoniae è responsabile di oltre un milione di morti l'anno, uccidendo i bambini, le persone vulnerabili anziani e altri causando polmonite, meningite e altre malattie infettive gravi.




Pubblicato sulla rivista Nature Chemical Biology, i ricercatori descrivono come zinco "inceppamenti chiuse" trasportatore proteina nei batteri in modo che non può prendere manganese, un metallo essenziale che Streptococcus pneumoniae deve essere in grado di invadere e causare malattie negli esseri umani.

"E 'da tempo noto che lo zinco ha un ruolo importante nella capacità del corpo per proteggere contro le infezioni batteriche, ma questa è la prima volta che qualcuno è stato in grado di mostrare come zinco in realtà blocca un pathway essenziale che causa i batteri a morire di fame", dice il leader del progetto Dr Christopher McDevitt, Research Fellow presso l'Università di Centro di Ricerca di Adelaide per le malattie infettive.

"Questo lavoro si estende campi chimica e biochimica di microbiologia e immunologia a vedere, a livello atomico di dettaglio, come questa proteina di trasporto è responsabile della tenuta dei batteri in vita da scavenging un metallo essenziale (manganese), ma allo stesso tempo fa anche i batteri più vulnerabili ad essere ucciso da un altro metallo (zinco) ", dice il professor Bostjan Kobe, professore di biologia strutturale presso l'Università del Queensland.

Lo studio rivela che il trasportatore batterica (PsaBCA) utilizza un meccanismo di 'primavera-hammer' per legare i metalli. La differenza di dimensioni tra due metalli, manganese e zinco, provoca il trasportatore per legarli in modi diversi. La dimensione più piccola di zinco significa che quando si lega al trasportatore, il meccanismo chiude troppo stretto intorno zinco, provocando una molla essenziale nella proteina di rilassarsi troppo, inceppamenti chiuderlo e bloccando il trasportatore dal poter assumere manganese.

"Senza manganese, questi batteri possono essere facilmente eliminati dal sistema immunitario", spiega McDevitt. "Per la prima volta, abbiamo capito come funzionano questi tipi di trasportatori. Con questa nuova informazione possiamo iniziare a progettare la prossima generazione di agenti antibatterici per identificare e bloccare questi trasportatori essenziali."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha