Componente olio di pesce dato fino a 5 ore dopo l'avaria limiti ictus cerebrale, secondo uno studio

Marzo 31, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La ricerca guidata dal dottor Nicolas Bazan, Boyd Professor, Villere presidente e direttore del Centro di Neuroscienze di Eccellenza presso LSU Health Sciences Center, ha dimostrato che l'acido docosaesaenoico (DHA), un componente di olio di pesce, è un potente agente terapeutico che può proteggere il tessuto cerebrale e promuovere la ripresa in un modello sperimentale di ictus ischemico acuto, anche quando il trattamento viene ritardato fino a cinque ore. Questi risultati non solo bersaglio di un nuovo approccio al trattamento ictus, ma anche fornire informazioni vitali circa la lunghezza della finestra terapeutica. La ricerca NIH-finanziato è pubblicato sulla rivista, Translational Stroke Research.

Ictus ischemico risultato di perdita di flusso sanguigno a un'area del cervello causa di un blocco come un coagulo o aterosclerosi. Il danno comprende un nucleo di tessuto danneggiato irreversibilmente al sito del blocco. La zona di tessuto che circonda il nucleo, chiamata penombra, è anche danneggiato ma potenzialmente recuperabile. La penombra ha una durata limitata e sembra subire danni irreversibili nel giro di poche ore a meno che il flusso di sangue viene ristabilita e la terapia neuroprotettiva viene somministrato. Una cascata di sostanze chimiche inonda il tessuto con il flusso di sangue restaurati, tra cui i radicali liberi dannosi ed enzimi pro-infiammatori che possono causare ulteriori danni e la morte cellulare.

DHA è un acido omega-3 grassi essenziali ed è di vitale importanza per il corretto funzionamento del cervello. E 'anche necessario per lo sviluppo del sistema nervoso, tra cui la visione. Inoltre, gli acidi grassi omega-3, che si trovano nel pesce grasso di acqua fredda, compreso il salmone, tonno, sgombro, sardine, crostacei, e aringhe, sono parte di una dieta sana che aiuta a ridurre il rischio di malattie cardiache. DHA ha effetti anti-infiammatori. Dal momento che l'infiammazione è alla radice di molte malattie croniche, trattamento DHA è stato ampiamente dimostrato di avere effetti benefici nei pazienti con malattia coronarica, l'asma, l'artrite reumatoide, l'osteoporosi, la sepsi, cancro, malattia dell'occhio secco, e la degenerazione maculare senile, ma il suo potenziale beneficio in corsa non era conosciuto.




"Stiamo appena cominciando a capire l'impatto significativo di omega-3, acidi grassi essenziali in corsa", osserva il dottor Bazan. "Non esiste una soluzione semplice e appena ancora, ma ogni nuova scoperta ci avvicina a sconfiggere ictus e altre malattie neurodegenerative debilitanti."

Per determinare come DHA può essere efficace nel trattamento ictus e il recupero, il team di ricerca LSUHSC somministrato DHA o soluzione salina per via endovenosa a 3, 4, 5, e 6 ore dopo l'insorgenza di ictus. Risonanza magnetica ha mostrato che i deficit neurologici sono stati ridotti dalla somministrazione di DHA. Trattamento DHA riduce il gonfiore e facilitato il recupero neurocomportamentale. Il volume della zona di tessuto distrutto è stato ridotto in media del 40% quando DHA è stato somministrato a 3 ore, il 66% a 4 ore, e 59% a 5 ore. Un'ulteriore analisi ha mostrato che innescato produzione di Neuroprotectin D1 (NPD1), una molecola neuroprotettivo naturalmente nel cervello derivato da DHA e scoperto da Dr. Bazan. Non solo DHA trattamento di salvataggio tessuto cerebrale che sarebbe morto, i suoi meccanismi di riparazione resi alcune aree indistinguibile dal tessuto normale di 7 giorni. Laboratorio del Dr. Bazan conduce il campo della ricerca medica nel capire proprietà pro-sopravvivenza di DHA e di NPD1.

Somministrazione di farmaci coagulo-busting (trombolisi) è attualmente l'unico trattamento per l'ictus ischemico. Ma a causa di una stretta finestra terapeutica e la complessità di gestione, solo 300% dei pazienti beneficia trombolisi.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, 15 milioni di persone in tutto il mondo hanno un ictus ogni anno, 6 milioni dei quali morire da esso. L'ictus è la seconda causa di morte per le persone di età superiore ai 60 ed è la principale causa di disabilità a lungo termine, indipendentemente da età, sesso, etnia o nazione. Louisiana si classifica 46 ° in tempi morti. E 'stato stimato che i costi diretti e indiretti di ictus negli Stati Uniti ammontano a quasi 74 miliardi dollari.

"Siamo in un tempo senza precedenti, da un punto di vista sanitario, per quanto riguarda la lotta contro ictus e altre malattie neurodegenerative", conclude Dr. Bazan. "L'ictus è un attacco diretto sul sistema nervoso, e ogni colpo anno uccide più di 150.000 americani. In verità per la prima volta, la ricerca traslazionale e le cliniche sono pronti a convergere nei loro sforzi di salute pubblica per combattere ictus. Da un punto di vista terapeutico , ora possiamo vedere una luce alla fine del tunnel. Ciò di cui abbiamo bisogno ora è per le opinioni politiche e sociali su colpo a convergere nello stesso modo in cui i laboratori di ricerca e ospedali stanno facendo. Questo sarebbe un grande passo in avanti nella lotta contro questa malattia. "

Co-autori includono Ludmila Belayev, MD, Larissa Khoutorova, BS, Kristal Atkins, BS, MS, Tiffany N. Eady, LSUHSC MD/PhD student, Song Hong, PhD, e Yan Lu, MD presso LSU Health Sciences Center di New Orleans, così come Andre Obenaus, PhD, a Loma Linda University in California.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha