Comportamenti anti-sociali in Ragazze predice adolescenti Depressione sette anni dopo

Maggio 22, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Comportamento passato è generalmente considerato un buon predittore del comportamento futuro, ma la nuova ricerca indica che non può essere il caso per lo sviluppo di depressione, in particolare tra le ragazze adolescenti.

University of Washington scienziati sociali monitorati prima e seconda elementare per sette anni e ha scoperto che il comportamento anti-sociale tra le ragazze e ansia tra i due sessi previsto depressione nella prima adolescenza. Sorprendentemente, i primi segni di depressione non sono risultati predittivi di depressione adolescenziale.

"Comportamento anti-sociale è tipicamente stata vista come un grande problema tra i ragazzi, in modo che tende ad essere ignorato tra le ragazze. I ragazzi con i primi comportamenti anti-sociali in genere continuato a mostrare un comportamento più anti-sociale, mentre le ragazze possono girare verso l'interno con i sintomi, morphing in altri problemi di salute mentale come la depressione disturbi alimentari, ansia e comportamento suicida durante l'adolescenza ", ha detto James Mazza, un professore di UW psicologia dell'educazione e autore principale del nuovo studio. Attualmente sta servendo come il passato presidente della American Association of Suicidology.




"Quando sono stati analizzati tutti i fattori di rischio, il comportamento anti-sociale e l'ansia sono stati i più predittivo di depressione in seguito. E 'appena può essere che sono più frequenti negli anni della scuola elementare primi di depressione." Egli ha osservato che la depressione e ansia condividono una serie di sintomi.

Mazza ha detto che la prima adolescenza è quando il primo episodio di depressione si verifica in genere e che quando è stato notato che la differenza di genere si verificano con più ragazze che ragazzi di sintomi depressivi. I bambini possono essere valutati a 6 e 7 anni di età, ma la depressione non viene spesso riconosciuta o diagnosticata fino agli anni della scuola media.

I bambini in questo studio sono stati tratti da un progetto più ampio guardando i rischi per problemi di salute e di comportamento. Tale progetto è stato condotto da Social Development Group dell'università di ricerca, con la quale Mazza è affiliata. Più di 800 bambini hanno partecipato allo studio depressione. Ottantuno per cento erano bianchi e il 54 per cento erano maschi.

I dati sono stati raccolti annualmente dai bambini e dai loro genitori e gli insegnanti, quando i bambini erano in primo o secondo grado. I bambini pieni di ricerche che hanno misurato i loro livelli di depressione, ansia e comportamenti anti-sociali, nonché altre misure che non sono stati indagati in questo studio. I genitori e gli insegnanti compilati questionari sul comportamento anti-sociale dei bambini e la competenza sociale, che misurato cose come le abilità dei giovani alunni per capire sentimenti di altre persone, per fare nuovi amici e risolvere i conflitti. Gli insegnanti inoltre valutato il rendimento scolastico di ogni bambino. Inoltre, i genitori compilati questionari riguardanti la famiglia e conflitti coniugali, stress familiare e la depressione dei genitori.

"Una scoperta di questo studio, che è una mente-grabber è che i bambini possono identificarsi come ansia e depressione", ha detto Mazza. "Quando hanno avuto punteggi che sono stati elevati eravamo un po 'sorpreso, perché abbiamo pensato che avrebbero detto,' La mia vita è divertente e io gioco molto. ' Ma sono in grado di comprendere e riferire sentirsi depresso o ansioso, e dirci così. Ciò suggerisce che dà indagini sanitarie nei primi mesi di scuola elementare è una buona idea e dovremmo parlare con i bambini nel primo e secondo grado, perché ci possono dare informazioni preziose . "

La ricerca è stata finanziata dal National Institute on Drug Abuse e pubblicato nell'edizione online di The Journal of Early Adolescence. Co-autori dello studio sono Robert Abbott, Charles Fleming, Tracy Harachi, Jisuk Parco, Kevin Haggerty e Richard Catalano of Social Development Research Group della UW, e Rebecca Cortes, un ricercatore nel dipartimento di psicologia UW.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha