Composto inibisce Un percorso critico In seno la crescita del cancro

Aprile 4, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

COLUMBUS, Ohio - Un composto che sopprime la crescita delle cellule tumorali ed è relativamente non tossico per le cellule normali un giorno potrebbe essere utile per il trattamento di diversi tipi di cancro, i ricercatori relazione in atti di questa settimana della National Academy of Sciences.

Esperimenti di laboratorio nelle cellule di cancro al seno umano suggeriscono che il composto inibisce l'attivazione costante di una proteina chiamata Stat3 che si trova in diversi tipi di cancro, tra cui il cancro della mammella, del polmone, della prostata, della testa e del collo, pelle, pancreas e ovaie così come il linfoma e certi tipi di leucemia.

Stat3 è costantemente attiva in circa il 50 per cento dei tumori al seno, ha detto Jiayuh Lin, autore principale dello studio e professore associato di pediatria presso l'Ohio State University.




Tutte le cellule contengono proteine ​​Stat3, ma nelle cellule normali, le attività di STAT3 sono attivati ​​solo temporaneamente. I ricercatori sanno, tuttavia, che Stat3 è costantemente accesa in alcune cellule tumorali.

"Le cellule tumorali abbiamo studiato sembrano dipendere Stat3 per la sopravvivenza", ha detto Lin. "Quando abbiamo bloccato la catena di eventi che attivano Stat3, le cellule tumorali sono morte."

Lin è anche un membro del Comprehensive Cancer Center della Ohio State e un investigatore del Center for Childhood Cancer Research Institute Columbus bambini. Ha co-autore dello studio con Shaomeng Wang, Hui Song and Renxiao Wang, il tutto con l'Università del Michigan Comprehensive Cancer Center.

I ricercatori hanno chiamato il composto STA-21. Hanno testato STA-21 dopo l'utilizzo di un programma per computer per restringere un elenco di potenziali composti di un numero gestibile che potevano prova fisicamente in laboratorio.

Quando il processo di screening del computer si è conclusa, i ricercatori hanno testato i 100 migliori composti. Hanno testato questi composti su cellule di carcinoma mammario umano, al fine di trovare quale migliore fermato l'attivazione costante Stat3. STA-21 sembrava essere il migliore inibitore dell'attività Stat3.

"Questo composto ha mostrato una notevole capacità di inibire l'attività Stat3, più di tutti gli altri 99 composti che abbiamo testato", ha detto Lin.

I ricercatori hanno poi utilizzato STA-21 per trattare diversi tipi di cellule umane, comprese le linee di cellule di cancro al seno con costantemente attivato Stat3 nonché quelli senza, e anche normali fibroblasti della pelle umana, cellule che compongono il tessuto connettivo. Stat3 non è costantemente attivato in fibroblasti, e queste cellule sono state usate come controllo.

Dopo l'esposizione a STA-21, le cellule del cancro al seno con sempre attiva Stat3 morivano. Tuttavia, STA-21 ha avuto un effetto minimo sulle cellule tumorali del seno che non hanno espresso costantemente attivato Stat3, né ha avuto un effetto negativo sui fibroblasti normali.

"Molti tipi di cellule tumorali esprimono costantemente attivati ​​Stat3 e sembrano dipendere da esso per la sopravvivenza", ha continuato. "Quando abbiamo bloccato che costantemente attivato percorso Stat3, le cellule morte."

STA-21 è derivato da una famiglia di antibiotici, ma non è attualmente utilizzato come un antibiotico. La STA-21 molecola è abbastanza piccolo da entrare in una cellula, e può essere consegnato direttamente alle cellule tumorali o un tumore solido.

Inoltre, chiudendo uno dei meccanismi di sopravvivenza chiave in una cellula tumorale può contribuire ad aumentare l'efficacia della chemioterapia e anche diminuire la tossicità del trattamento, ha detto Lin.

"Utilizzo di un composto che inibisce la via Stat3 costantemente attivate possono rendere le cellule tumorali più sensibili alla chemioterapia", ha detto Lin.

Lui ei suoi colleghi continueranno a studiare gli effetti della STA-21 e composti correlati, o analoghi, in diversi tipi di cellule tumorali.

"Un analogo della STA-21 potrebbe funzionare ancora meglio," ha detto. "Potremmo essere in grado di creare uno che può essere ancora più efficaci e meno tossici per le cellule normali."

Il supporto per questa ricerca è venuto dal Dipartimento della Difesa Breast Cancer Research Program e una borsa di studio del National Cancer Institute alla University of Michigan Comprehensive Cancer Center.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha