Compound in dieta mediterranea rende le cellule tumorali 'mortale'

Marzo 20, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Alterando un passo molto preciso nella regolazione genica, questo composto essenzialmente ri-educa le cellule tumorali in cellule normali che muoiono come programmato.

Un modo che le cellule tumorali prosperano è inibendo un processo che causerebbe loro di morire su un ciclo regolare che è soggetto alla programmazione rigoroso. Questo studio in cellule, condotto da ricercatori della Ohio State University, ha scoperto che un composto in alcuni alimenti di origine vegetale, chiamata apigenina, potrebbe fermare le cellule del cancro al seno da inibire la propria morte.




Molto di ciò che è noto circa i benefici per la salute di nutrienti si basa su studi epidemiologici che mostrano forti relazioni positive tra mangiare cibi specifici e migliori condizioni di salute, in particolare ridurre le malattie cardiache. Ma come le molecole reali all'interno di questi alimenti salutari lavorano nel corpo è ancora un mistero, in molti casi, e in particolare con cibi legati a minor rischio per il cancro.

Prezzemolo, sedano e camomilla sono le fonti più comuni di apigenina, ma si trova in molti frutti e verdure.

I ricercatori hanno anche dimostrato in questo lavoro che apigenina lega con una stima di 160 proteine ​​nel corpo umano, suggerendo che altri nutrienti legati ai benefici per la salute - chiamati "nutraceutici" - potrebbe avere effetti simili di vasta portata. Al contrario, la maggior parte dei farmaci bersaglio una singola molecola.

"Sappiamo che abbiamo bisogno di mangiare sano, ma nella maggior parte dei casi non conosciamo i motivi reali meccanicistici per questo che abbiamo bisogno di farlo", ha detto Andrea Doseff, professore associato di medicina interna e di genetica molecolare presso la Ohio State e co- autore principale dello studio. "Vediamo qui che l'effetto benefico sulla salute è attribuita a questo elemento nutritivo che colpisce molte proteine. Nella sua relazione con una serie di specifiche proteine, apigenina ristabilisce il profilo normale nelle cellule tumorali. Pensiamo che questo può avere un grande valore clinicamente come una potenziale strategia cancro-prevenzione. "

Doseff supervisionato questo lavoro con il co-autore Erich Grotewold, professore di genetica molecolare e direttore del Centro di Ohio State per Plant Sciences Applicate (CAPS). I due collaborano a studiare le genomica di apigenina e altri flavonoidi, una famiglia di composti vegetali che si ritiene per prevenire la malattia.

La ricerca appare questa settimana sulla linea prima edizione degli atti del giornale della National Academy of Sciences.

Pur ritenendo che apigenina possono influenzare il comportamento delle cellule del cancro è stato un risultato importante del lavoro, Grotewold e Doseff scegliere la loro nuova tecnica di ricerca biomedica come contributo di trasformazione alla ricerca nutraceutica.

Essi paragonato la tecnica di "pesca" per le proteine ​​umane in cellule che interagiscono con le piccole molecole disponibili nella dieta.

"Potete immaginare tutte le proteine ​​potenzialmente interessati, come piccoli pesci in una grande ciotola. Introduciamo questa molecola alla ciotola ed efficacemente attirare solo proteine ​​veramente interessate sulla base di caratteristiche strutturali che formano un'attrazione", ha detto Doseff. "Sappiamo che questo è un vero e proprio partenariato, perché possiamo vedere che la proteine ​​e apigenina legano gli uni agli altri."

Attraverso la sperimentazione supplementare, la squadra ha stabilito che l'apigenina aveva rapporti con le proteine ​​che hanno tre funzioni specifiche. Tra i più importanti era una proteina chiamata hnRNPA2.

Questa proteina influenza l'attività di RNA messaggero o mRNA, che contiene le istruzioni necessarie per produrre una proteina specifica. La produzione di mRNA risulta dalla splicing, o modifica, di RNA che si verifica come parte del gene attivazione. La natura della giunzione influenza infine che istruzioni proteine ​​mRNA contiene.

Doseff notato che splicing anomalo è il colpevole in circa l'80 per cento di tutti i tumori. Nelle cellule tumorali, due tipi di splicing verificano quando solo uno si svolgerà in una cellula normale - un trucco da parte delle cellule tumorali 'per tenerli in vita e la riproduzione.

In questo studio, i ricercatori hanno osservato che la connessione di apigenina alla proteina hnRNPA2 restaurato questo singolo-giunzione caratteristica per le cellule del cancro al seno, il che suggerisce che quando splicing è normale, le cellule muoiono in modo programmato, o diventano più sensibili ai farmaci chemioterapici.

"Così, applicando questo nutriente, possiamo attivare che uccidere macchinari. I nutrienti eliminato la forma splicing che ha inibito la morte delle cellule," ha dichiarato Doseff, anche un investigatore in Ohio State di Davis Cuore e polmoni Research Institute. "Così, questo suggerisce che quando si mangia sano, in realtà stiamo promuovendo altre forme di splicing normali all'interno delle cellule del nostro corpo."

Gli effetti benefici di nutraceutici non sono limitati al cancro, come gli investigatori precedentemente dimostrato che apigenina ha attività anti-infiammatoria.

Gli scienziati hanno notato che con le sue molteplici bersagli cellulari, apigenina potenzialmente offre una serie di vantaggi aggiuntivi che possono comparire nel corso del tempo. "La sostanza nutritiva di mira molti giocatori, e così facendo, si ottiene una sinergia complessiva degli effetti", ha spiegato Grotewold.

Doseff sta conducendo uno studio sui topi, verificando se il cibo modificato per contenere dosi adeguate di questa sostanza può cambiare le forme di splicing in cellule degli animali e produrre un effetto anti-cancro.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha