Compound sperimentale rivela disturbi metabolici nel cuore

Marzo 24, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una squadra nazionale di ricercatori, guidati da uno specialista nuclearmedicine cardiovascolare presso l'Università del Maryland Medical Center, hasdemonstrated per la prima volta che un radioactivecompound sperimentale può mostrare immagini di danni al cuore fino a 30 ore dopo un briefinterruption del flusso di sangue e ossigeno. La scoperta può helpphysicians in pronto soccorso e nei loro uffici a determinare se il dolore toracico di apatient, che potrebbe essere placata ore prima, è la malattia di cuore collegatea o qualcos'altro, come ad esempio indigestione. I risultati diThe studio appaiono oggi in circolazione online e appariranno in versione theprint di circolazione il 4 ottobre 2005.

"Siamo entusiasti di questa agenzia perché estende il tempo windowfor identificare ischemia miocardica, una causa comune di dolore toracico, longafter le fermate del dolore e il flusso di sangue al cuore ritorna alla normalità," dice piombo investigatore Vasken Dilsizian, MD, professore di medicineand radiologia diagnostica e medicina nucleare presso la ofMaryland School of Medicine University e direttore del Cardiovascular nuclearmedicine presso l'Università del Maryland Medical Center. "Questo probeprovides un collegamento diretto con la causa del dolore al petto withoutrequiring un test di stress tapis roulant o l'uso di un farmaco che produce stressto valutare la funzione cardiaca," dice il Dott Dilsizian.

Medicina nucleare combina computer, rilevatori e radioactivesubstances chiamati radioisotopi per la produzione di immagini del flusso sanguigno funzioni andbiochemical nel cuore e altri organi. Il radioactivetracer valutato per questo studio, noto con il marchio Zemiva, UTILIUna acido grasso di un radioisotopo che viene iniettato nel paziente. Theresearchers utilizzato una tecnica chiamata SPECT (Single Photon EmissionComputed Tomography) per valutare il tracciante in questo studio.




Il cuore utilizza normalmente acido grasso come energia il suo combustibile primario sourcefor. Riduzione del flusso di sangue al cuore, causato sia bynarrowed o arterie intasate o aumentata richiesta per il cuore esercizio duringstrenuous, scatena un disturbo metabolico che rallenta orhalts il modo acido grasso viene normalmente utilizzato. La condizione è ischemia calledmyocardial. Il disturbo provoca il cuore di passare acido fromfatty come combustibile primario al glucosio. Le nuove chiavi di prova tracciante Inon questo disturbo metabolico e apparentemente ricorda l'impronta di anepisode di una riduzione del flusso di sangue molto tempo dopo l'episodio, un processo che iscalled "memoria ischemica". Secondo il Dott Dilsizian, "Quando imageThe cuore, si vede la mancanza di o ridotto metabolismo degli acidi grassi."

Trentadue pazienti provenienti da quattro centri sono stati arruolati in thestudy. Per determinare la precisione delle immagini acquisite da Zemiva, theresearchers prima identificato i pazienti che avevano evidenza di myocardialischemia su un tapis roulant con un tracciante standard chiamato tallio toproduce SPECT immagini. In seguito, le immagini SPECT degli stessi pazienti weretaken con il nuovo tracciante (Zemiva) iniettati a riposo (senza repeatingthe esercizio treadmill), ma non più che 30 ore dopo la prova exercisethalium. Le immagini basate tallio-indotti dall'esercizio fisico sono stato confrontato con le immagini Zimeva resto-iniettato. Il confronto ha mostrato i twotracers sottolineato la stessa anomalia nel cuore di oltre 90 percentof i casi. Questo suggerisce che i disturbi in acidi grassi metabolismcan persistono fino a 30 ore dopo un episodio ischemico, che può beimaged con il nuovo Zemiva tracciante.

Sarà richiesto ulteriori test prima di questo nuovo agente può essere approvato dalla US Food and Drug Administration.

Il gruppo di ricerca comprendeva anche Timothy M. Bateman, MD, cardiovascolari Consultants, Kansas City, MO; Steven R. Bergmann, MD, Ph.D, College of Physicans e Chirurghi della Columbia University.; RogerDes Prez, M.D., Oklahoma Heart Institute; Martin Y. Magram, MD, Università del Maryland Medical Center e della University of MarylandSchool di Medicina; Anne E. Goodbody, Ph.D., e John W. Babich, Ph.D., Molecular Insight Pharmaceuticals, e James E. Udelson, MD, Tufts-New England Medical Center e Tufts Università Scuola ofMedicine. Lo studio è stato finanziato dalla Molecular Insight Pharmaceuticals, produttore di Zemiva.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha